Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Prigionieri silenti in A14, altro che Salerno Reggio Calabria

18 Maggio 2021

Una normale mattina di metà maggio. Un giorno qualunque, senza pretese. Uno di quelli che verrebbero ricordati solo perché è l’inizio di un’altra settimana di lavoro. E invece no. È l’ennesimo giorno da incubo che migliaia di persone passano in fila, dentro e fuori dall’autostrada.

L’A14 nel tratto sud delle Marche è diventata peggio della vecchia Salerno Reggio Calabria, oggi strada quasi modello. Con una differenza: del tratto campano-calabrese tutti parlano da anni, di quello marchigiano invece nessuno sa nulla. Basta accendere la radio e nei notiziari sul traffico, che sia Radio24 o Rds, non si parla mai di Pedaso, Grottammare e company.

La regione al plurale oltre a un problema infrastrutturale enorme, tolta la parte nord e con il completamento della Quadrilatero quella anconetana, continua a essere impalpabile nella comunicazione nazionale. Fermo non ci è finita neppure per la morte di due ventenni in un appartamento del centro, tragedia che normalmente richiama le tv nazionali, visto che la cronaca nera piace sempre di più di uno skatepark fronte mare realizzato con fondi europei dentro il quartiere più difficile.

E così, la mattina di metà maggio si colora con il suo serpentone di auto. Chilometri di coda in autostrada per i cantieri rimasti fermi durante la zona rossa e che puntuali da anni tornano ad annientare d’immagine di un territorio, chilometri di coda sulla statale baciata dal mare con auto e camion bloccate dai semafori che i comuni prima di disattivare ci pensano a lungo.

Questo sarà, almeno fino al termine di giugno con buona pace di chi, come il sindaco di Pedaso, ogni giorno ci mette la faccia sperando di risvegliare i colleghi che con consueto ritardo si accorgeranno del problema quando la coda inizierà quindici chilometri più a nord, intasando anche le strade del capoluogo e dei comuni costieri. E allora, forse, il territorio in ritardo farà squadra, chiedendo almeno l’azzeramento del pedaggio.

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram