Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

La politica dell'armata Brancaleone

22 Dicembre 2019

“Se non si conoscono i piani dei signori vicini, non si possono stringere alleanze; se non si conosce la conformazione di monti e foreste, paesaggi pericolosi e acquitrini, non si possono muovere eserciti... Si rifletta con cura prima di muoversi; vince chi per primo conosce le strategie dirette e indirette”. Sun Tzu è sempre stimolante, peccato che i politici di oggi non lo conoscano. Eppure il suo libro ‘L’arte della guerra’ non dovrebbe mai mancare in casa.

In poche righe dice tutto quello che non sta accadendo. Quale è il piano del Pd per provare a mantenere la Regione? Per alcuni andare avanti con Ceriscioli, di certo questo è il pensiero del Governatore in carica; per altri è cambiare ma non si sa con chi; per altri ancora è provare ad allargare la coalizione, ma su che programma?

E il centrodestra, di fronte a questo ‘non conoscersi’ dei Dem, che fa? Prima si compatta, poi si sfilaccia e comincia a perdere pezzi, facendo riemergere l’orgoglio padano del commissario regionale della Lega e perfino dei forzisti. E questo perché non c’è una idea, ma solo un obiettivo: cacciare il centrosinistra. Solo che per farlo non si può scegliere senza condividere.

Ma non è che scendendo di livello istituzionale vada poi meglio. Basta guardare Fermo, dove già si spendono fiumi di parole in vista delle amministrative, che sono tra sei mesi. Una specie di era geologica per i tempi della politica. Il sindaco Calcinaro ha giocato d’anticipo dichiarando ‘voglio tutti civici, i partiti sono un peso’. E così i partiti si sono offesi. E ora pensano al riscatto: il centrodestra rispolvera i simboli, vedi Lega e Fdi. Il centrosinistra, invece, fa l’unica cosa che gli riesce quando si trova nei guai: simula compattezza. Che spettacolo immaginare i leader locali Alessandrini, Rossi, Buondonno e Del Monte dalla stessa parte, considerando che non condividono praticamente nulla della gestione urbanistica del Comune. Ma o così o via libera a Calcinaro, anche se pieno di finti civici.

Ecco il quadro politico, un’accozzaglia multicolore da una parte e dall’altra, con armate Brancaleone che provano a fingersi eserciti con dichiarazioni, proclami, corse in avanti per cercare di avere un posto al sole. Con il rischio di bruciarsi in fretta.

* direttore www.laprovinciadifermo.com - presidente Cronisti Marche - @raffaelevitali facebook/raffaelevitali

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram