Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

La mascherina non è un gadget

8 Novembre 2021

La voglia di uscire, di stare insieme, di riprendere a frequentare locali, al chiuso, è grande. Per farlo, l’impegno collettivo non può mai diminuire. E così, alla vaccinazione, che resta l’unica vera arma contro la forza del Covid 19, bisogna continuare ad abbinare le buone pratiche.

La prima è quella di indossare la mascherina quando si sta nei luoghi al chiuso o nei momenti di massima concentrazione di persone. E invece, questo non accade. C’è un rilassamento che può mettere in difficoltò il sistema. Si sono riaperti i palasport, si è lottato per aumentare le capienze, ma poi all’interno in tanti, troppi, la mascherina se la abbassano o la mettono in tasca. E invece no, va tenuta indosso.

Così come al ristorante, ci si siede e la si toglie, ci si alza e si gira tra i tavoli pieni, per fortuna, di persone, e la si deve indossare. Regole banali, che possono sembrare anche non subito comprensibili, ma tali sono. Il punto, però, è che all’impegno personale bisogna abbinare i controlli, che non devono essere una scocciatura, ma la semplice routine. Molti gestori lo fanno, ma dentro un palasport chi lo deve fare? Forze dell’ordine o società?

E poi ci sono i controlli per entrare nei luoghi chiusi, che vanno mantenuti. Le palestre, tra le più penalizzate durante la pandemia, devono tenere alto il livello di guardia, come lo sport di squadra dove è necessario che chi entra in campo il green pass e l’abbia davvero, perché si condividono spazi e sudore.

Se è vero che ci sono ancora milioni di cittadini convincibili che il vaccino è sicuro, è anche necessario che tutti gli altri non dimentichino che mascherina e igienizzanti devono essere parte di loro. Il problema, per i tanti che criticano, non sono le feste in piazza, per fortuna i dati dimostrano che il vaccino funziona, ma come le viviamo singolarmente rispettando l’altro e, in questo modo, anche chi con meno senso comune rischia la sua salute e quella di chi gli è vicino non vaccinandosi, pur potendo.

Raffaele Vitali, direttore www.laprovinciadifermo.com

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram