Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Covid e Murri: errare è umano, perseverare è…politico

2 Novembre 2020

La gestione dell’emergenza è complessa. Inutile dire il contrario. Guardando lucidamente le azioni del Governo e a cascata dei vari enti locali, quella che emerge è una politica a cortissimo raggio. Si prendono decisioni giorno per giorno. Che poi non sarebbe neppure questo dramma, considerando che a dettare i ritmi sono i numeri dei contagi.

Ma il problema è che dietro le decisioni obbligate, mancano quelle di visione, quelle di prospettiva, quelle che si chiede a chi governa. Sono pronto a un sacrificio oggi, se vedo una prospettiva domani. E invece. Stessi percorsi, stesse polemiche, stesse decisioni non coperte da basi scientifiche, che son complicate, ma soprattutto economiche, siamo sempre all’annuncio di qualcosa che arriverà se va bene dopo un mese.

In mezzo a questo ci sono poi le Regioni. E qui, per stare alla Marche e al Fermano, emerge un primo grande errore, vicino al giusto impegno di potenziare la medicina territoriale. Almeno visto da Fermo, forse invece per Saltamartini e Acquaroli è una genialata. Si è deciso di sacrificare di nuovo l’ospedale Murri, l’unico della Provincia, visto che Amandola è assolutamente incompleto. Come in piena pandemia con una differenza: a marzo fu una scelta emergenziale, oggi è politica.

Il Murri, uno degli ospedali meglio gestiti durante la prima pandemia, si era riorganizzato, pulito e riavviato. Con una certezza: mantenere il reparto di Malattie infettive Covid perché guidato dal migliore, Amadio, e perché sicuro e isolato.

Ora, di fronte alla forza pandemica, la Regione, nel silenzio della politica locale, lo ha definito “ospedale Covid per tutto il percorso”. Il che significa rianimazione inclusa. Che invece, essendoci un cantiere in corso, era stata lasciata pulita per permettere la normale attività operatoria. E invece no: Ascoli può rimanere pulito e così Macerata, Fermo va invece sporcata, mettendo in difficoltà la gestione dell’utenza normale. Ma i fermani hanno gli stessi diritti degli altri marchigiani.

Ingiusto, considerando che a pochi chilometri c’è il Covid Hospital di Civitanova. Servono coraggio e visione per prendere decisioni, altrimenti è troppo facile governare una regione. Punire chi è stato più bravo di altri nel corso degli anni è una beffa che il territorio non dovrebbe accettare. Ma quale politico può alzare la voce? In Giunta nessuno, in Consiglio chissà.

direttore www.laprovinciadifermo.com - @raffaelevitali

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram