Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Verducci: non possiamo sbagliare, servono nuovi criteri

27 Ottobre 2020

*Siamo in una situazione di estrema criticità, lo sappiamo, e negarlo sarebbe da irresponsabili. Fronteggiamo un virus enormemente contagioso e pericoloso. Dobbiamo fare di tutto per evitare che il contagio vada fuori controllo e il sistema sanitario collassi. Ognuno di noi è potenzialmente a rischio, in particolare chi è più fragile. Anche questo ormai lo sappiamo da tempo, eppure abbiamo sottovalutato la pandemia.

Molto è stato fatto, ma non abbastanza per predisporre misure necessarie a contenere la nuova ondata. È stato un errore non aver preso lo scorso giugno i 36 miliardi del Mes europeo per rafforzare le nostre strutture sanitarie. Oggi facciamo i conti con la mancanza di una strategia vera contro il virus. Nei mesi estivi servivano alcune riforme strutturali ma le settimane sono passate e ci ritroviamo oggi di nuovo nella tempesta. Non solo noi, sia chiaro: ovunque nel mondo la situazione è drammatica. 

Salvaguardare la salute è anche il modo più efficace per salvaguardare economia e lavoro. In queste ore il Governo approverà il 'decreto ristoro' per stanziare sovvenzioni a fondo perduto ai settori costretti a chiudere. Però ci sono cose nel Dpcm firmato ieri dal Presidente Conte che non tornano.

Serve un unico criterio. Se è giusto che bar e ristoranti continuino a lavorare per gran parte della giornata, allora per lo stesso criterio è giusto che possano farlo in orari prestabiliti e in sicurezza anche cinema e teatri. Così come, se la ragione di fondo del decreto è limitare gli spostamenti, è pazzesco e irresponsabile non prevedere lo stop a concorsi che costringeranno a spostamenti interregionali migliaia di persone, come nel caso dei precari della scuola.

Questa è la fase più difficile, e dobbiamo sbagliare il meno possibile. Dobbiamo ascoltare, stare nei problemi. Condividere ogni scelta con le forze sociali. Mai come questa volta chi non è garantito da un posto fisso rischia tutto. E mai come adesso la politica non deve sbagliare, deve esserci, non permettere alla disperazione e alla paura di impadronirsi di chi è a rischio. 

A questo Governo, che ha saputo fronteggiare la prima ondata, servono adesso una grande umiltà e una grande energia per capire che solo scelte condivise ci permetteranno di sconfiggere anche la seconda ondata.

*Francesco Verducci, senatore Pd

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram