Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Senza paura, Giacobbi ci prova: "Io e la Lega ci mettiamo la faccia. Fermo merita di più"

13 Agosto 2020

Fermo – Dalla contrada al Comune. il passo sembra lungo, ma Lorenzo Giacobbi pensa di avere le gambe abbastanza lunghe per riuscirci. E se servisse, ecco la spinta della Lega e del suo coordinatore Mauro Lucentini per dargli forza, o meglio velocità. “Grinta, grinta” gli ripete Lucentini. E Giacobbi, come una dinamo, carbura e si presenta. Una sfida nelal sfida la sua: contro Calcinaro, contro Interlenghi, ma anche contro i suoi stessi soliti alleati, Fdi e Forza Italia, che non si presentano.

“Io e la Lega ci somigliamo: crediamo che la buona politica è quella che lavora a viso aperto con i cittadini, non quella che rinnega la sua identità nascondendo il simbolo. Sono un fermano di centrodestra che si impegna per Fermo da sempre e in molti settori: punto su coerenza, identità e valori”.

Poi, subito la stoccata a Calcinaro: “Le civiche garanzia che decidono i cittadini e non le segreterie di Partito? Non a Fermo dove quelli che vogliono fare piazza pulita sparano sentenze in pubblico, ma dietro le quinte fanno solo politica di corridoio, senza un progetto strutturale per la città. La Lega invece ha un progetto politico ed amministrativo in cui i cittadini stanno davvero al centro”.

Parole al miele quelle del 36enne ex priore, che ha subito incassato mister preferenza, Luciano Romanella. “Fermo ha bisogno di interventi strutturali e invece qui ci sono solo feste. Non è così che si danno prospettive ai giovani. La Lega ha dimostrato di saper governare con buonsenso e buone pratiche: a Fermo non farà eccezione” ribadisce il capogruppo Tulli.

Più politico Lucentini: “Gli alleati? Prendiamo atto delle scelte, noi non ci sottraiamo al progetto di governo del buonsenso che sempre più sta dimostrando di essere in sintonia con i cittadini. Giacobbi è una persona giovane e di valore che ben lo rappresenta”.

Infine Romanella: “Abbiamo già vito come partito. perché ci sono 30 persone che hanno messo la propria faccia per la città. Ci vogliono raccontare le favole, ma non ci incantano e oggi siamo qui per dirlo chiaramente con un sindaco e una lista di qualità. Sono sempre stato di centrodestra, ma stavolta lo dico con particolare orgoglio ora che come Lega lo rappresentiamo da soli: siamo la speranza della città”.

Giacobbi ascolta e poi la battuta finale: “La discussione va riportata in consiglio comunale piuttosto che nei bar. Metterci la faccia ha un valore importante, lo slogan lo spendi facile ma la faccia è quella che resta”.

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram