Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Polacco, Confcommercio: "Rivedere le restrizioni per ristoranti e cerimonie"

15 Ottobre 2020

MARCHE - «Un’altra mazzata per la ristorazione e il mondo delle cerimonie, che potrebbe mettere in ginocchio buona parte di un settore fortemente strategico per la nostra economia». Non ci gira attorno, Massimiliano Polacco.

A ventiquattr’ore dall’entrata in vigore del nuovo Dpcm, il direttore di Confcommercio Marche Centrali critica duramente le restrizioni contenute nel decreto pubblicato ieri in Gazzetta. «La sensazione – dice – è che si stiano attaccando ancora i soliti noti, in particolare le aziende della ristorazione e la filiera delle cerimonie, già fortemente penalizzati e ora colpiti ancora più duramente».

«Bisogna assolutamente rivedere questa serie di restrizioni – prosegue – che andranno a colpire ancora più pesantemente le attività di ristorazione. Stavolta si rischia veramente un colpo pesantissimo al settore: chi valuta questi provvedimenti ponderi meglio come prendere determinate decisioni e riveda questo ulteriore giro di vite». 

Sul fronte locali, il decreto prevede chiusure a mezzanotte, anticipate alle 21 per le attività senza posti a sedere. Alle cerimonie, impone il limite massimo di trenta partecipanti. Ma il 77,6% dei contagi – spiega Polacco, citando l’Istituto superiore di sanità – avviene in casa. Inutile e controproducente, quindi, per il direttore di Confcommercio, accanirsi su quelle attività che ancora faticano a riprendersi dai mesi di lockdown. «Gli esperti che hanno analizzato questi provvedimenti – dice – hanno affermato che a poco servirà ridurre l’orario per contenere gli effetti della pandemia».

Misure che, per il numero uno di Confcommercio, penalizzano «proprio le imprese che meglio si sono preparate a garantire la sicurezza, formandosi sui protocolli per la riapertura e trasformando e riqualificando le loro attività per rispettare al meglio le regole imposte». Da qui la richiesta di rimettere mano ai provvedimenti, prima che sia troppo tardi.

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram