Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

La richiesta degli ingegneri: "Modello Genova per le opere strategiche delle Marche"

11 Agosto 2020

L'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Ancona non ha dubbi: “Per superare i ritardi infrastrutturali nelle Marche bisogna usare il modello Genova, limitatamente alle opere strategiche, anche sul territorio regionale così da procedere con il necessario snellimento burocratico”.

Insomma, per grandi opere serve la piccola burocrazia: “Pensiamo - sottolinea Alberto Romagnoli, presidente dell'Ordine degli Ingegneri della provincia di Ancona - a quanto sono costati, in termini economici alle Marche, i ritardi, le lentezze, i progetti rimasti nel novero delle intenzioni e mai tradotti, quanto abbiamo perso in competitività rispetto ai centri più vitali dello sviluppo, sia italiano che europeo”.

Tra le grandi incompiute la Quadrilatero, la connessione col porto di Ancona, la terza corsia, la Mezzina e la mare-monti, oltre alla Salaria. “Il decreto Genova è semplice, efficace e politicamente coraggioso - afferma - ed ha consentito di operare secondo buon senso e buona prassi, in pieno rispetto del diritto dell'Unione Europea. In questo modo si afferma il principio rispetto alla regola, con la possibilità di favorire prestazioni e risultato”.

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram