Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Giovani e mascherina: servono esempi. Benedetta Rossi dopo i Ferragnez?

23 Ottobre 2020

di Chiara Fermani

Più della metà della popolazione italiana è attiva sui social network per motivi di svago, ma siamo altresì lo stesso paese che si indigna, come abbiamo visto nei giorni scorsi, se il premier Conte si rivolge a due influencer di fama mondiale, come Fedez e Chiara Ferragni, per lanciare un messaggio ai giovani sull'uso della mascherina.

Stessa idea peraltro che ha avuto anche il Governo del Regno Unito, arruolando alcuni influencer per incoraggiare i cittadini a partecipare al servizio di test e di tracciamento del contagio, utilizzato dal sistema sanitario nazionale.

Ma questo non è il primo caso in cui si sfrutta la popolarità di un personaggio famoso per lanciare un messaggio positivo, se facciamo un salto nel 1956, scopriamo infatti che Elvis Presley si sottopose alla vaccinazione anti-polio in diretta tv, facendo impennare le adesioni e contribuendo alla scomparsa della malattia.

Colpa o merito dei social network, instagram su tutti, è quella di arrivare dove spesso non arrivano medici di fama mondiale, esperti virologi o vertici politici e allora perché non sfruttare questo potere di persuasione a buon fine, per veicolare contenuti positivi e portare sui canali più frequentati dai giovani, contenuti che altrimenti non attirerebbero la loro attenzione? Quello che dovrebbe far storcere il naso, piuttosto, è il fatto che i giovani abbiano bisogno di emulare un personaggio famoso per mettere in atto un comportamento volto a salvaguardare la propria salute e quella della collettività, ma questo è un altro discorso.

Per una volta lasciamo stare la questione “apocalittici e integrati” di cui parlava il saggio di Umberto Eco, lasciamo anche stare che Alberto o Piero Angela sarebbero stati più adatti, il pubblico degli Angela non è lo stesso dei “Ferragnez” e in questo momento c'è bisogno di raggiungere tutti i target.

E se anche le Marche, che spesso hanno strizzato l'occhio agli influencer per la promozione turistica, volessero fare la propria parte, basterebbe arruolare alcuni dei personaggi più seguiti e amati della nostra regione: due su tutti, la super influencer del food Benedetta Rossi o il compositore ascolano Dario Faini, noto con lo pseudonimo di Dardust.

Modelli diversi, target diversi, ma un unico obiettivo, sensibilizzare tutti all'uso della mascherina. Può farlo chi si occupa di moda, di cibo o di musica, è un messaggio semplice che non comporta competenze particolari, ma che può raggiungere milioni di persone. Lo insegna il marketing.

redazione@laprovinciadifermo.com

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram