Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Caos Confindustria, Paniccià promuove Mariani e si appella ai fermani: "Non dividiamoci"

1 Aprile 2021

TORRE SAN PATRIZIO – E dopo Maurizio Vecchiola, ecco Enrico Paniccià, tra i principali imprenditori calzaturiero. Per lui la strada per sanare la ferita dentro Confindustria Centro Adriatico è una sola: “Lavorare su un piano di rispetto e concretezza, evitando personalismi e polemiche che non servono a un sistema in sofferenza e che anzi minano la credibilità della nostra associazione”.

Paniccià, da anni riferimento internazionale con i marchi La Martina e Harmont&Blaine, oltre che con Giano, non crede nella rinascita dell’Uif: “Se discutiamo ancora di divisione tra Ascoli e Fermo vuol dire che non abbiamo imparato nulla dai nostri errori”.

Il timore di Paniccià è che un settore già di per sé strutturato su piccole aziende indipendenti si vada a frammentare ancora di più, perdendo ulteriormente peso a livello macro economico: “Dobbiamo imparare a ragionare come categoria, non come territori, perché oggi il nostro orizzonte è sempre più internazionale e chiede unità d’intenti ed una visione strategica condivisa. Poi ci sono le regole, e dei meccanismi necessari che vanno rispettati per il buon funzionamento di ogni organizzazione”.

Gli ultimi due passaggi sono dedicati a Mariani, “non penso che abbia lavorato contro Fermo”, e ai colleghi fermani, ma nessun riferimento alle espulsioni che hanno ampliato la frattura. “Solo muovendoci insieme posiamo essere considerati interlocutori credibili. La mia non è una posizione isolata, anzi. Ritengo che siano in tanti, colleghi fermani ed ascolani, a pensarla come me, a voler superare queste polemiche che ci portano lontano dai problemi reali che le imprese vivono ogni giorno”.

Per l’imprenditore di torre San patrizio la strategia è semplice: “Discutiamo, confrontiamoci, ma evitiamo contrapposizioni strumentali che possono solo creare ulteriori incomprensioni e riportarci indietro, mentre invece abbiamo un estremo bisogno di guardare avanti per garantire un futuro a giovani e famiglie”.

r.vit.
PER APPROFONDIRE
La decisione di Mariani
La posizione di Santori e Luciani
Le dimissioni di Mazza
Le parole di Vecchiola

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram