Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Asili nido privati, famiglie numerose, centri estivi: 400mila euro dal Comune. Calcinaro: "Soldi pronti, subito"

24 Luglio 2020

FERMO – Risorse per i più piccoli e non solo. Tre delibere e azioni mirate per 347mila euro: 200mila euro del Comune e 147mila dello Stato. “Forti interventi a sostegno del tessuto cittadino. In vari settori: dalla fragilità alle famiglie, con il sistema dei centri estivi, passando alle imprese” spiega il sindaco Paolo Calcinaro.

Questo si aggiunge al milione di euro che a breve (fine agosto, ndr) sarà a disposizione per la ripartenza delle piccole imprese, che sono anche i negozi, in accordo con la Regione: “Contributi fino a 25mila euro a ristoro di ogni spesa sostenuta in periodo Covid” precisa il dirigente Gianni Della Casa che sta dimostrando la sua abilità a spendere i soldi velocemente, superando le forche della burocrazia.

CENTRI ESTIVI E NIDI

La prima azione è quella a supporto agli operatori, che sono rimasti inattivi per tre mesi: “Contributo a fondo perduto per nidi privati, che sono dieci, con 23mila euro”. Risorse ripartite in parti uguali.

Ma anche per famiglie con più figli che hanno avuto il bonus bebè per il primo figlio, a potrebbero avere bisogno di ulteriori aiuti”. Le domande possono essere presentate da oggi. “Contributo fino a 200 euro per chi ha due o più figli iscritti ai centri estivi, che sono 28. Tutti pieni, con mille bambini iscritti, di cui 57 con meno di tre anni. Un bando a sportello, fino a esaurimento delle risorse: che sono in totale 44mila euro. “Operazione retroattiva, anche chi ha iscritto i figli a giugno, fino a conclusione dell’estate” precisa il dirigente Gianni Della Casa che ricorda la gratuità dei 4 centri estivi comunali.

FRAGILITÀ

Centomila euro per questa sezione. Contributi straordinari per affitti e utenze, “le prime sofferenze”, con 50mila euro. E poi contributi per servizi assistenziali per anziani, disabili e minori, con 30mila euro. “Infine, 20mila euro per accesso ai servizi comunali, trasporti e mense, per le famiglie numerose, quindi dal terzo figlio in poi”.

ATTIVITA’

Bonus fino a 3mila euro per le attività interrotte o che avranno ricadute nella ripartenza. “Aziende con sgravi Tari meno efficaci, come le ludoteche, le palestre, le agenzie viaggi, le piscine. Attività che avranno limitazioni e quindi sicuramente minori introiti”. Per questa sezione sono stati inseriti centomila euro.

TIS

I tirocini di inclusione sociale sono un punto fermo della città: a febbraio erano attive 85 borse. “Giovani e adulti inseriti in aziende e comune, con una indennità media mensile dai 200 ai 350 euro” riprende Della Casa. Il lockdown ha sospeso i tirocini, quasi tutti. “Ne abbiamo riattivati 24 su 85 già a luglio. Grazie ai fondi dell’Ambito Sociale prolunghiamo i tirocini per altri 12 mesi investendo 250mila euro”.

In conclusione il sindaco: “Fondi che arrivano da regione e Stato, oltre che da Comune. Ma quello che poi li caratterizza sono le scelte dell’Amministrazione. Anche la scelta dello ‘sportello’ è proprio per accelerare le erogazioni, altrimenti le procedure si allungherebbero”.

@raffaelevitali

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram