Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Troppi disagi, addio mattoncini: via Marinai d'Italia sarà asfaltata

19 Aprile 2021

PORTO SANT’ELPIDIO  - Asfalto grigio al posto dei mattoncini che, staccandosi, costringono gli automobilisti a pericolosi zigzag. Da questo fine settimana, via Marinai d’Italia cambierà volto.

I lavori, che partiranno tra domani sera e mercoledì e termineranno sabato, riguarderanno il tratto che va dall’attacco con via Piave alla rampa. In tutto, circa 250 metri quadrati. A essere rimosse saranno solo le pietre della carreggiata, mentre quelle del marciapiede resteranno al loro posto. L’intervento è stato deciso da amministrazione e ufficio tecnico, sarà eseguito dalla ditta che ha realizzato la strada e non graverà sulle casse del Comune.

«Andiamo a sopperire alle criticità della via, creando una simmetria con la parte opposta della piazza, sotto il piccolo sottopasso di viale della Vittoria» spiega il sindaco Nazareno Franchellucci. La strada in questione rientrava nel progetto di riqualificazione di piazza Garibaldi e collega il borgo marinaro nord e sud senza spezzare la pedonalizzazione della piazza. Ma fin dall’inizio è stato chiaro che qualcosa era andato storto. Con i mattoncini che saltavano uno dopo l’altro già a pochi giorni dal taglio del nastro.

«Dopo la messa in esercizio della strada – si legge nella relazione tecnica –, si è verificato che, a seguito di piogge persistenti e particolarmente abbondanti, la pavimentazione presentava un effetto “galleggiante”». La ditta che aveva eseguito i lavori ha così rimosso a proprie spese la pavimentazione e la geogriglia sottostante. Al suo posto, ha realizzato un massetto in calcestruzzo sul quale ha rimontato la pavimentazione in masselli autobloccanti. Ma non è bastato. I mattoni hanno continuato a staccarsi, rendendo la strada pericolosa.

«Il verificarsi di tali situazioni – spiega la relazione – è sempre stato riconducibile a eventi di pioggia e alla presenza di acqua stagnante sotto la pavimentazione. Durante gli interventi di ripristino sono state verificate le condizioni dei masselli, degli inerti e del fondo e non sono stati rilevati dissesti, avvallamenti o rotture per compressione dei masselli. Si è sempre verificata la presenza di acqua sotto la pavimentazione e lo svuotamento delle fughe dall'intaso sabbioso».

Le oscillazioni impresse all’impalcato del ponte e alla corsia est della strada dalla ferrovia e la velocità di transito, «abitualmente superiore al limite imposto», gli altri elementi che, per i tecnici, contribuiscono a far staccare le pietre. Da qui, la decisione di sostituirle con l’asfalto.

Francesca Pasquali

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram