Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Rilancio dei cantieri, 100milioni dalla Regione. Amandola crede nel recupero del vecchio ospedale

1 Aprile 2020

FERMO – Cento milioni di euro di lavori pubblici. Anche così la regione Marche spera di aiutare il sistema a non collassare e alle imprese a sopravvivere.

La Terza commissione, riunitasi in una web conference, ha definito il piano, la maggior parte degli interventi riguardano la manutenzione di edifici sanitari, come gli ospedali e la messa in sicurezza di strade ed opere di regimazione idraulica.

In attesa che possano partire i lavori, l’ok della Commissione consente di poter procedere alle fasi di progettazione e degli iter di gara d'appalto, così da avviare i cantieri non appena terminata l'emergenza. "In questo momento delicato il lavoro della Terza commissione consiliare non si ferma e anche se collegati a distanza continuiamo nello studio e nell'approvazione di atti importanti come il Piano triennale delle opere pubbliche regionale- spiega il consigliere regionale Sandro Bisonni (Misto-Verdi) -. Era giusto approvare questo atto sia per non bloccare opere strategiche gia' pianificate da tempo, sia perché la realizzazione di queste opere potrà contribuire attivamente alla ripresa dell'economia locale".

Tra le opere approvate di particolare riguardo quelle nelle zone del cratere sismico e per le infrastrutture sanitarie per un importo complessivo di oltre 33 milioni di euro. Tra le altre cose a Tolentino è prevista la demolizione e la conseguente ricostruzione del locale ospedale di comunità per 14,5 milioni di euro.

Nel mentre, ad Amandola il Consiglio comunale ha dato al sindaco un mandato in tre punti, proprio in tema ospedale: “Il primo prevede di accelerare tutte le procedure per terminare e mettere in funzione, nel minor tempo possibile, la struttura da adibire temporaneamente a Reparto di Medicina di Amandola (il cantiere non si è mai fermato, ndr) nonché alla previsione e installazione di ulteriori 10 posti letto all’interno dell’ala adibita da progetto a piastra ambulatoriale”.

Il secondo invece riguarda proprio il vecchio nosocomio: “Qualora l’emergenza dovuta all’epidemia da Coronavirus si aggravi ulteriormente e che i posti letto già ricavati nella struttura da adibire temporaneamente a Reparto di Medicina di Amandola non siano abbastanza, bisogna offrire la propria collaborazione tecnico-amministrativa al fine di valutare congiuntamente una possibile soluzione di sistemazione e recupero di alcune parti non dichiarate completamente inagibili dell’Ospedale “Vittorio Emanuele II” o in parte già oggetto dei lavori di adeguamento”.

Infine, magari approfittando anche di questo ingente stanziamento regionale, “di accelerare tutte quelle iniziative per l’appalto ed il completamento dei lavori di sistemazione del padiglione “ A ” (ex casette delle Monache) al fine del loro utilizzo come nuova sede per il Ppi e Potes”.

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram