Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Regionali, non c'è pace. Salvini: troveremo intesa. Ceriscioli: "Non mi serve andare a Roma, io sto sul territorio". Iv insiste: Mancinelli

18 Febbraio 2020

FERMO – Forza Italia è pronta a presentare una rosa di candidati se verrà messo in discussione Francesco Acquaroli come guida della coalizione del centrodestra. Matteo Salvini non ha fretta e lo ribadisce: "Si vota a maggio, troveremo le intese sui territori". Ma nelle due posizioni si evince che il nome proposto da Fratelli d’Italia è tutt’altro che blindato.

Dall’altra parte continuano le fibrillazioni, un po’ create ad arte, come l’incontro che non c’è stato, ma non ci sarebbe nulla di strano, tra Vito Crimi e l’ex rettore Sauro Longhi. Un po’ reali, come i dubbi di Italia Viva sull’andare con il Pd o no. “Italia viva si presenterà da sola alle regionali in Veneto e Puglia, mentre in Campania, Marche e Liguria una valutazione è ancora in corso. Sergio Costa in Campania per i 5 Stelle non è una brutta candidatura, faremo le nostre valutazioni” sottolineano i renziani. “Per le Marche stiamo cercando di convincere il Pd a sostenere il sindaco di Ancora Valeria Mancinelli ma loro appaiono divisi” aggiungono.

Nel mezzo c’è sempre Luca Ceriscioli, che alza i toni: “Mancinelli da Zingaretti? Longhi da Crimi? Vanno tutti a Roma, io resto qua nel territorio, era stato anche un impegno, credo mantenuto in questi cinque anni, di essere molto presente”. E a chi sostiene che non sta sui territori, Ceriscioli annuncia che risponderà con una cartina: “Presto darò la mappa facendo vedere tutti i Comuni in cui sono stato e sono tanti, tantissimi purtroppo colpiti dal terremoto”.

Dell’incontro con il segretario regionale del Pd Gostoli e l’uomo del sud Agostini, Ceriscioli dice poco: “Ci siamo messi d'accordo sul fatto che bisogna stringere - ha spiegato Ceriscioli -, tempo ne è passato veramente tanto e occorre condividere almeno il punto che bisogna rapidamente arrivare a una conclusione: non possiamo trascinare oltre questa situazione che logora tutti quanti”. Sul da farsi si deciderà sabato, primarie incluse: “Oltre sabato non possiamo andare, inizierebbero a saltare tutti i tempi. Se la direzione non è convocata, la convochiamo. Spero che questa sia l'ultima settimana con i fuochi d'artificio, almeno quelli in cui parliamo solo di noi stessi e con i quali, secondo me, annoiamo molto i cittadini, preferisco molto di più parlare di investimenti e di sviluppo piuttosto che dei problemi interni del centrosinistra”.

Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram