Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Più casette e un Natale che vive anche di sera: obiettivi 2020 per P.S.Elpidio

15 Gennaio 2020

PORTO SANT’ELPIDIO – 15 gennaio, palle di Natale ferme e arriva il resoconto sulle feste a Porto Sant’Elpidio. L’assessore Elena Amurri ha al suo fianco Agostino Renzi, coordinatore del Villaggio del Natale, San Crispino Eventi e Simbiosi Marketing. “Per noi è l’inizio. Ci crediamo e abbiamo preparato la base per gli anni futuri” esordisce l’assessora che non replica alle accuse ricevute in esti giorni.

“La piazza rinnovata ci ha aiutato. Siamo partiti il 24 novembre ed è terminato il Villaggio con la premiazione dei presepi. Ogni giorno famiglie e bambini hanno riempito il nostro centro, attratti dalle iniziative”. Rivendica anche la territorialità del Natale: “Noi non abbiamo solo un cuore pulsante, ma diversi e grazie a tante persone si riesce a coprire il nostro grande paese”.

Già si pensa al prossimo anno: “Ci piacerebbe rendere coinvolgente la città anche di sera, per intercettare anche quella fetta di pubblico che poi resterebbe per cena, per andare al pub. Ci stiamo ragionando già ora con Mirco Catini”.

Il Natale lascia una bella squadra, “i ragazzi hanno saputo collaborare. Una volta scelti ci hanno messo cuore e tempo”, e molti verranno confermati se lo vorranno, almeno questo annuncia l’assessora. Catini lo dice con forza: “Siamo la seconda realtà della provincia di Fermo per attrattive. La prima, sia per fascino che per investimenti che sono almeno 5 volte superiori ai nostri, è Fermo. Siamo partiti bene e il fatto che già stiamo progettando significa che ci crediamo. Il fatto che molti sponsor abbiano investito a Porto Sant’Elpidio e non a Fermo dimostra che la novità attira. La nostra pista era più piccola di Fermo, ma è stata anche una scelta perché la pista piccola attira le famiglie che vogliono insegnare ai più piccoli”. Catini è chiaro, “tante persone da fuori, che magari non trovano più posto a Civitanova e scelgono noi e lo sappiamo visto che viviamo la città”, e ora punta sui commercianti per creare un programma ancora più condiviso: “Spero che abbiano voglia di collaborare con noi, come per la festa di San Crispino. Noi promettiamo impegno e di certo un 'evento' eslcusivo per Natale”.

In chiusura Agostino Renzi: “Un livello così alto non era mai stato raggiunto. Sono stato chiamato dall’associazione Cuore Azzurro per fare da referente e mediatore con il Comune e da direttore artistico. Devo dire tanti grazie, all’amministrazione, agli sponsor, ai presepisti, alle associazioni e alle parrocchie”. 25 le persone che hanno lavorato nello staff guidato da Valentino Renzi, “e lo hanno fatto da volontari per 45 giorni”.

Non si parla di numeri ufficiali, ma un dato Renzi lo dà: “Migliaia di persone hanno utilizzato la pista di pattinaggio sul ghiaccio. E siccome uno dei punti chiave per lo staff era quello di capire da dove venivano i pattinatori, garantisco che oltre ai tanti elpidiensi, che magari ogni we pattinavano, ci sono stati molti da Porto San Giorgio, Torre San patrizio, Civitanova, Rapagnano, Monte San Pietrangeli e perfino San Benedetto del Tronto. Ma anche famiglie di Fermo perché vedevano la pista di Porto Sant’Elpidio più sicura per i bambini”. E secondo Renzi anche le sei casette hanno funzionato, “il venditore di scarpe è rimasto soddisfatto. Per questo ora so che il prossimo anno avremo la possibilità di crescere, di passare da 6 a 12 o magari 20, le richieste già arrivano”.

Ma per crescere servono gli esercizi commerciali: “Siamo pieni di quartieri, ma il centro è piazza Garibaldi. Giusto che ognuno faccia le sue iniziative, ma la piazza è il cuore. Bisogna lavorare insieme, lasciando da parte le ripicche. Dobbiamo riuscire a coinvolgere di più via Cesare Battisti e via Principe Umberto, qualcosa non ha funzionato quest’anno. Ma tutto verrà meglio, incluse le luminarie” conclude Renzi.

Sulle critiche l’assessora ammette “che possiamo migliorare la comunicazione, anche con le associazioni. Ma se c’è la volontà di confrontarsi si lavora bene, questa città ha un grande potenziale. Lo sport insegna che non è il risultato immediato che fa la differenza, ma la durata” ribadisce l’assessora con la voce strozzata dalla commozione, perché le critiche le fanno male, ma da sportiva va avanti partendo dai 37mila euro investiti dal Comune e dalle risorse trovate da San Crispino Eventi con gli sponsor.

r.vit.

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram