Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Non solo divieti, le Marche aprono le biblioteche: libri e riviste per tutti. E nel Fermano letture sui social

20 Marzo 2020

FERMO – Il decreto ha chiuso le librerie. Ma per chi non vuole essere dipendente da Amazon e dai suoi tempi di consegna dilatati dalle super richieste, ecco la soluzione per non smettere di leggere, di informarsi. Iniziative a livello comunale e, soprattutto, regionale.

Da oggi è possibile consultare milioni di e-book, di cui più di 35.000 best-seller e titoli in commercio, più di 7.000 tra periodici e quotidiani italiani e stranieri, centinaia di audiolibri e tanti altri contenuti. Il progetto Biblioteca Digitale e Card Marche Cultura si apre del tutto, anche se al momento alle 20 biblioteche aderenti: sarà sufficiente, infatti, contattare via mail una delle biblioteche che aderiscono all'iniziativa.

"In un momento come quello che stiamo vivendo – ha sottolineato il presidente della Regione, Luca Ceriscioli – vogliamo mettere a disposizione ogni risorsa per alleviare le tensioni. Non solo divieti, dunque, per restare a casa e rispettare le regole per il bene di tutti noi, ma anche strumenti digitali come i libri. La lettura rimane un attimo di pace e quiete che l'individuo si ritaglia per sé, per farsi del bene. E ogni libro ha un piccolo messaggio nascosto tra le righe che sta al lettore saper interpretare, si crea così una specie di legame affettivo tra libro e lettore che si porta dentro per sempre”.

Come registrarsi

In considerazione dell'attuale emergenza, con la collaborazione delle biblioteche del Sistema, è stato reso possibile agli utenti iscriversi ai servizi di consultazione digitale senza uscire da casa, mentre in condizioni di normalità il servizio prevedeva, per questioni legali, un accesso fisico alla Biblioteca per rilasciare dati e informazioni personali.

A questo link gli indirizzi delle biblioteche e la consultazione sull'accesso; http://www.regione.marche.it/Entra-in-Regione/Sistema-Bibliotecario-Marche/News-ed-eventi/Post/60888.

Forniti alcuni dati essenziali (Nome e Cognome, Codice Fiscale, e-mail, Comune di residenza e consenso alla privacy) le biblioteche procederanno all'iscrizione da remoto.  All'utente giungerà una mail di attivazione e da quel momento, utilizzando le proprie credenziali, i cittadini potranno usufruire sul proprio device (pc, tablet, smartphone, e-reader) dei servizi del network MedialibraryOnLine (MLOL) prendendo e-book in prestito digitale, consultando periodici e quotidiani on-line, ascoltando audiolibri e musica, 24h al giorno 7 giorni su 7.

Idee locali

A Fermo, #IoRestoaCasa ha già facilitato l’accesso dei propri utenti a servizi on-line culturali, consentendo a tutti coloro che lo vogliano di leggere da casa, come da disposizioni governative, giornali, riviste e ebook, in modo del tutto gratuito. “Nel rinnovare l’invito, assolutamente importante, di restare a casa, #IoRestoaCasa, anche la cultura e la nostra Biblioteca vogliono essere vicini a tutti, grazie alle moderne tecnologie – dichiara l’assessore alla cultura Francesco Trasatti - dando la possibilità di poter scaricare libri, giornali e musica in modo semplice e gratuito, che in questo periodo in cui le biblioteche e i luoghi di cultura sono chiusi rappresentano un modo per poter continuare a leggere e gustarsi storie comodamente da casa, casa che in questo momento è, lo sottolineo, il baluardo primario per contrastare questa emergenza”. A questo si aggiungono le letture social dell'anima della biblioteca dei ragazzi di Fermo, Raffaella Ramini

A Sant’Elpidio è già iniziato il progetto “Giovedì leggo… Scuola” destinato agli studenti della scuola secondaria con le lezioni dell’assessore Ciarapica. Ma l’amministrazione Terrenzi raddoppia pensando ai bambini: “Grazie all’uso della tecnologia – dice l’Assessore alle politiche sociali, Gioia Corvaro – si è pensato di proporre alcuni interventi che permettano di abbattere le distanze, pur restando a casa. Durante la settimana verranno inviati al gruppo dei genitori dei video con lettura di libri, canzoncine e semplici attività che si possono fare anche a casa in famiglia. Si tratta di proposte che i bambini conoscono già, sono quelle che scandiscono la giornata al nido e questo permetterà agli educatori di non perdere il contatto con loro”.

Un’iniziativa semplice, come sottolinea il sindaco Terrenzi, ispirata dalle Favole al telefono di Gianni Rodari dove il protagonista, costretto a stare lontano dalla figlia per lavoro, le raccontava ogni sera una favola al telefono. Tutti i genitori interessati possono prenotare “Teatro in casa” per i loro bambini mandando un messaggio su WhatsApp al numero 328.2760986 indicando il numero di telefono a cui si potrà chiamare, all’orario fissato, per raggiungere la bambina o il bambino interessato (foto starks1200.com).

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram