Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Marinangeli: "400 vaccini richiesti in un giorno". Galiè: "Senza prenotazione si va veloce ad Amandola"

5 Aprile 2021

di Raffaele Vitali

AMANDOLA - Tutti in fila con in mano un numerino. Mascherina d’ordinanza e voglia di chiacchierare con l’amico trovato in attesa. Ecco il mondo della montagna visto dal centro vaccinale allestito nell’ex ospedale. Mai come in questi giorni vivo come prima del terremoto. A vigilare c’è il sindaco Adolfo Marinangeli, ma soprattutto la dottoressa Galiè.

“Non possiamo che dire grazie al direttore dell’Asur 4, Licio Livini, che ci ha dato l’opportunità di coinvolgere tutti gli over 70 senza prenotazione. Una scelta fatta per agevolare e accelerare la somministrazione” spiegano dottoressa e sindaco. “A disposizione – prosegue la Galiè – abbiamo sia AstraZeneca sia Pfizer, in questo modo non dobbiamo rinviare nessuno. Tra l’altro da ieri è arrivato anche qualche ultra ottantenne che non se l’era sentita durante la prima fase. Lo abbiamo subito vaccinato”.

I sei comuni coinvolti, quelli dell’Unione montana fermana, si sono un po’ allargati. “Avevo la prenotazione per mia madre il 3 maggio a Montegranaro, ho chiamato e sono potuta venire subito qui. Non ci sono stati dubbi, anche se siamo di Servigliano. È stato perfetto e posso dire solo grazie” commenta una signora appena uscita dal distretto sanitario. “È così – riprende la dottoressa – abbiamo avuto qualche caso da fuori zona, ma non potevamo di certo rimandarli indietro”.

Qualcuno si è lamentato, inutile negarlo, per l'attesa. “Ma è normale. Se pensiamo che sono già oltre 430 i prenotati, è chiaro che non tutti sono arrivati e hanno potuto fare subito il vaccino. Ma gli è stato dato un numero e anche un orario indicativo di somministrazione, calcolato sui tempi necessari” prosegue il sindaco.

Nel giorno di Pasqua sin sono presentati in 160, 132 quelli vaccinati. “Abbiamo una capacità di somministrazione di 110 al giorno. Una grande occasione che ha unito noi comuni della montagna e che ha dimostrato la capacità di capire i problemi e risolverli dell’Asur di Fermo” riprende Marinangeli.

Questa gestione straordinaria, che prosegue fino a mercoledì, poi proseguirà regolarmente, attraverso la prenotazione in piattaforma, ogni sabato mattina, con una capacità di 66 vaccini al giorno.” Ma abbiamo già l’accordo per il raddoppio” conclude il primo cittadino, che ha fatto posizionare anche le seggiole per evitare che gli anziani stiano tropo tempo in piedi, e che vorrebbe fare del nuovo reparto di Medicina, almeno per questo periodo, un maxi punto vaccinale sempre aperto, “ma ne discuteremo con Livini”.

Chi esce è felice, chi deve entrare è già convinto: “Uno o l’latro per me va bene. Lo sanno loro cosa farmi” conclude un arzillo 74enne arrivato da Montelparo che si muove tra volontari della Protezione civile e della Croce rossa dei Sibillini, fondamentali perché tutto prosegua per il meglio.

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram