Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Mangialardi e Gostoli, consigli utili anti pandemia. "Acquaroli, servono soldi, comunicazione e collaborazione"

9 Novembre 2020

ANCONA – Anticipare la pandemia, anziché inseguirla, attraverso proposte concrete e immediatamente realizzabili è l’obiettivo dei vertici del Pd delle Marche.

“Con la nuova ondata del virus, il dramma della situazione sanitaria, economica e sociale e le proteste delle piazze siamo convinti che il compito del partito, in questa fase, sia quello di dedicarsi ai problemi delle persone, delle famiglie e delle imprese. Un dibattito tutto interno in questa fase oltre a non avvicinare persone nuove sarebbe incomprensibile fuori, ma ai marchigiani dico che il Pd non rinuncerà questa volta a fare un esame di coscienza rispetto all’esito elettorale”. Le parole di Giovanni Gostoli, segretario regionale del Pd, sono cariche di responsabilità

Come quelle di Maurizio Mangialardi che per sbloccare quella che definisce “impasse” dell’amministrazione Acquaroli sceglie la strada della proposta. “Sostenere famiglie, lavoratori e imprese, ma crediamo che l’esecutivo regionale debba scuotersi dal torpore che lo sta avvolgendo e prendere in mano una situazione che rischia di diventare davvero pericolosa per la salute dei cittadini e la tutela delle attività economiche. È ormai chiaro a tutti che serve un impegno incisivo della Regione fatto di misure straordinarie e urgenti, non più rinviabili”.

Come non è rinviabile “una campagna di comunicazione volta a sensibilizzare e rendere più consapevole l’opinione pubblica sui comportamenti individuali da adottare per far fronte alla pandemia”.

Alcune delle idee di Mangialardi stanno prendendo forma: Covid Hotel per i positivi, più Usca per intervenire a casa, istituzione di zone rosse se necessarie, coinvolgere medici di base e pediatri per i tamponi.

“Ma soprattutto – riprende Gostoli - a livello istituzionale, più unità, dialogo e collaborazione sulle scelte da fare con governo e comuni con l’apertura di un tavolo anti-crisi con maggioranza e opposizione coinvolgendo le parti sociali, massima attenzione ai temi della legalità e della sicurezza per tutelare i piccoli e medi imprenditori e impedire che forme di criminalità possano approfittare dello scenario di crisi e difficoltà economica per insediarsi nel territorio”.

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram