Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

L'ex assessore Beverati: "Cacciato dal sindaco, ha deciso da sola. Montegranaro non merita tutto questo, ho lavorato per la città"

2 Dicembre 2020

MONTEGRANARO – La revoca delle deleghe lo ha sorpreso, anche per il momento in cui è arrivato dal punto di vista sociale e personale. “Costernazione” è la parola che usa Giacomo Beverati, ex assessore ai Servizi sociali di Montegranaro.

La velocità di revoca è degna della miglior burocrazia: "Mi ha chiamato il sindaco alle 10, voleva incontrarmi. Ma ero online con l’ordine degli architetti. E così me lo ha detto al telefono e dopo mezz’ora un messo comunale me lo ha notificato” racconta Beverati.

La comunicazione se la sarebbe aspettata almeno durante la Giunta e “non a pochi giorni da un lutto che mi ha colpito. E non ora, proprio dopo aver pubblicato il quarto bando per le famiglie in difficoltà e a seguirlo non ci sarà più l’assessore”.

Lui si promuove: “Ho svolto il mio compito di assessore in questi anni col massimo delle energie, pur con i miei limiti, e di essermi messo al servizio di tanti concittadini che in questo triste periodo storico sono sempre più in difficoltà e trovano negli uffici dei servizi sociali il loro pronto soccorso; penso anche che il sostegno che ho ricevuto in trent'anni di attività politica da centinaia e centinaia di montegranaresi dimostri che forse qualcosa ho rappresentato per la mia comunità”.

Dal punto di vista politico Beverati è sconcertato: “Quello che ci ha reso forti è stata la capacità di amalgamare esperienze diverse e forti storie personali costruite in anni di impegno politico. Interrompere con questa irresponsabile brutalità per di più autoreferenziale, l'unità dell'azione amministrativa in un contesto così difficile ci precipita in una situazione che Montegranaro non merita. mi conforta solo – conclude l’architetto - la grande vicinanza di alcuni dei colleghi assessori e consiglieri, oltre ai tanti cittadini che mi hanno fatto percepire il loro sgomento e rabbia per questa decisione presa in totale solitudine dal sindaco”.

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram