Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Intervista, Romanella non trema: "La Lega è con me. Ho fatto il gradasso, ma parlo bene di prostitute e neri. Dove è il problema?"

18 Settembre 2020

FERMO - Da ventiquattr’ore non si parla che di lui. I “vocali” sopra le righe di Luciano Romanella sono ormai un tormentone nazionale. Romanella, è l’uomo del momento.

Romanella, ci spiega che è successo?

«Una vigliaccata a orologeria. Un amico, enfatizzato da un passaggio di un mio messaggio, ha ritenuto opportuno inviarlo ad altri amici. Il messaggio è andato nelle mani di qualcuno che l’ha strumentalizzato. È partito tutto da lì»?

Ha idea di chi può essere stato?

«Chi si oppone alla Lega. Il nome non lo so. Stiamo indagando. Passate le elezioni, vedremo come muoverci. Di querele ne faremo diverse»

Chi è Gianlù?

«L’amico con cui parlavo. Adesso è molto dispiaciuto».

I messaggi a quando risalgono?

 «A cinque giorni fa. È chiaramente una mossa politica».

Qualcuno la vuole fare fuori?

«Non a me, ma la cordata che rappresento. Ma questo non fa che rafforzarci».

Il partito s’è fatto vivo?

«Dice che bisogna andare avanti. In questi giorni gli attacchi sono totali, a tutti i livelli. Questo è stato infame e vigliacco, tipico di chi pensa di far politica utilizzando certi metodi».

Niente passo indietro, quindi?

«Nella maniera più assoluta. Io vado avanti. Non ho fatto niente di male».

S’è pentito di aver pronunciato quelle frasi?

«Assolutamente no. Era un colloquio informale, capita di calcare la mano e fare i gradassi. E poi non ho detto nulla di male. Ho detto che i voti me li danno gli stranieri che hanno diritto al voto ed è vero, perché ci collaboro da una vita. Se prendi voti in quel quartiere, è certo che peschi in quel mondo».

Chiederà scusa?

«Perché dovrei farlo, quando non ho offeso nessuno. Ciurma significa esercito. Degli ivoriani ho parlato bene, come dei rumeni e delle ex prostitute».

Ha detto, cito testuale, “Lo so che a Fermo perdiamo, che c… ce ne frega. Noi vogliamo vincere la Regione. Se prendiamo la Regione, io comando Fermo dall’opposizione”. Altro da aggiungere?

«Stavo parlando con enfasi. “Comando Fermo” significa che, se prendiamo la Regione, possiamo presentare in Regione progetti utili per la nostra città, perché hai la parte politica a favore».

Ha anche detto: “Se sbanco a destra, il secondo giorno mi dimetto”…

 «L’interlocutore mi aveva chiesto perché mi fossi candidato con la Lega. Gli ho risposto: “Perché è l’unico partito di destra presente nelle liste di Fermo”. Non sono tesserato con la Lega, sono loro che mi hanno cercato. Mi sono candidato per dimostrare la mia dignità, poi posso anche dimettermi, perché io il consigliere comunale, in questi cinque anni, l’ho fatto da esterno, a differenza di quelli che erano in Consiglio e non hanno mai parlato».

Giacobbi l’ha sentito?

«Va avanti per la sua strada. Martedì conteremo i voti».

Calcinaro?

«No. Un sindaco non deve pensare alle vigliaccate, ma a governare la città».

Perderà voti per questa storia?

«Sono convinto che chi è di destra si incaponirà ancora di più. Non penso che cambierà idea per questo. Del resto, sono sempre stato additato come un cane sciolto della politica. Il mio bacino elettorale si sa qual è. E ho ricevuto tantissimi messaggi di solidarietà».

Da chi? «Da centrodestra, a tutti i livelli».

Che obiettivi si dà, a questo punto?

«Dimostrare un consenso e lavorare per il territorio come ho sempre fatto in maniera disinteressata. Sono stato colui che ha inventato le più importanti manifestazioni della costa fermana». Perché, a 67 anni, ha deciso di ricandidarsi? «Per mettere in campo l’esperienza fatta finora, sempre per la costa fermana. Non certo per la carriera politica. È la gente che me lo chiede».

L’ultimo giorno di campagna elettorale come lo passerà? «A fare il porta a porta fino a mezzanotte».

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram