Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Il futuro si costruisce: Casa Vuelle, la sfida che piace a tutti. Repesa: "Una società seria deve avere una casa sua: avanti insieme"

23 Gennaio 2021

PESARO - “Una società senza una casa sua non è una società seria. Non esiste una società senza casa. È una cosa stra-importante, deve essere un obiettivo. Il numero uno in questo periodo complicato, perché si può andare in A2 e in B, ma quando c’è una casa e la salute tutto è più facile”. Le parole sono di Jasmin Repesa, l’allenatore che ha spostato il presente e il futuro della Vuelle Pesaro.

Lui, che appena arrivato, ha subito studiato la città e la società. Entrandone dentro a tal punto che nel giro di pochi giorni già era stato portato in via Togliatti per visionare una struttura incompleta quanto affascinante.

Nessuno lo sapeva, tranne lui e pochi altri che dopo qualche mese, mentre la squadra raccoglie finalmente risultati anche sul campo, sarebbe emerso che si stava lavorando per ‘Casa Vuelle’.

Oggi è qualcosa di incompleto. C’è una bellissima piscina, ma niente altro. E invece, qui 1200 metri quadri devono vivere. Il sindaco Matteo ricci non ama perdere tempo e insieme con il presidente del Coni Giovanni Malagò, perché lui o punta in alto o non si muove, ha firmato un accordo che prevede lo sviluppo di quell’area con l’obiettivo di farne il perno di una vera cittadella dello sport, considerando la vicinanza con il campo d’atletica. “Siamo pronti a investire 2milioni di euro, il mutuo lo accendiamo entro fine mese”.

E poi, la notizia più sorprendente che ha riempito di fiducia ed energia il popolo biancorosso, potrebbe diventare la casa della Vuelle. “C’è stata una dichiarazione di interesse da parte della società di basket della nostra città, per gestire l’impianto nella sua interezza (80mila euro all'anno). Sappiamo quanto sia grande la passione del basket in città, i risultati sul campo dimostrano che attorno alla società si è messo in moto un progetto importante”.

E in quel progetto giocherà da protagonista Repesa: “Posso fare solo i complimenti, perché una decisione di questo genere non è facile da prendere in questa fase in cui è difficile anche trovare sponsor. Ma quando c’è voglia di fare bene, si deve portare avanti un progetto come questo. Sono certo che Ario Costa e gli altri daranno il massimo”. E lui starà lì ad aiutarli.

Come il presidente del consorzio Amadori che in una intervista al Carlino ha anticipato molto del progetto che immagina di realizzare: “Una club-house per vedere le partite insieme, magari mangiando qualcosa; spazio merchandising; televisioni per seguire gli allenamenti e un museo”. Una vera casa, quella che ti fa sentire sicuro anche quando tutto sembra andare male. Quelal che anche la Sutor, nella piccola Montegranaro, si è data di nuovo dopo tanti anni.

Raffaele Vitali

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram