Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Iagatti ridisegna il Pd di Fermo: "L'opposizione a Calcinaro sarà dura, ma piena di contenuti"

23 Gennaio 2021

di Francesca Pasquali

FERMO - Un partito «fluido e dinamico». Un mix di esperienza e novità, pronto a tornare tra la gente e ad ascoltarla. A fare «opposizione costruttiva» e a presentare «proposte alternative». Lo immagina così, Alessandro Iagatti, il futuro del Pd fermano. Il partito, uscito con le ossa rotte dalle amministrative di settembre, ha rinnovato il direttivo.

Assieme a Iagatti, che è segretario, ci sono la vice Serena Santarelli, neosegretaria del circolo Valtenna Campiglione, il tesoriere Carlo Cochetti, la nuova segretaria del circolo Fermo Centro, Carla Iacopini, Iacopo Ciarrocchi, della segreteria provinciale Fiom, la “veterana” Rosalba Ortenzi, il capogruppo in consiglio comunale Sandro Vallasciani e l’ex segretario Carlo D’Alessio. 

Iagatti, raccogliete i cocci del 22 settembre?

«La nuova segreteria non è figlia dell’8% delle elezioni, ma della volontà di dare un nuovo slancio e riportare entusiasmo nel partito fermano attraverso una nuova organizzazione. Lo faremo con i contributi di figure di comprovata esperienza e di giovani come me, per affiancare all’esperienza politica una visione nuova di approccio alla vita del partito». 

Obiettivo ambizioso. Da dove ripartite?

«Da Fermo Futura. Siamo riusciti a ricreare un campo di centrosinistra ben strutturato che intendiamo portare avanti. Quando sarà di nuovo possibile, torneremo tra la gente, per intercettarne i problemi. Da qui a cinque anni, dovremo riformare la struttura dei circoli, per non accentrare le competenze sulla segreteria, e aumentarne la ramificazione. Saremo presenti nel territorio con referenti e comitati di quartiere. Vogliamo una partecipazione più inclusiva, non vincolata al solo tesseramento. Intanto partiamo con i webinar». 

Vi spostate su internet?

«Per adesso è l’unico modo per aprire un dialogo con la gente. Stiamo creando delle aree tematiche da estendere a tutti i tesserati e a tutte le competenze esterne al Pd, che vorranno portare un contributo allo sviluppo della città. Ci occuperemo di lavori pubblici e urbanistica, lavoro e sviluppo economico, politiche sociali, sanità e cultura». 

Nei primi quattro mesi del Calcinaro bis le frizioni non sono mancate. Sarà così per i prossimi cinque anni?

«Siamo all’opposizione di una giunta di centrodestra, anche se non ci sono sigle di partito. Continueremo a lavorare per la cittadinanza, a prescindere da chi governa. La nostra sarà un’opposizione critica e decisa che porterà contenuti. A ogni critica seguirà una proposta alternativa. Non ci sarà mai un “no” a prescindere».

Sulla sanità, la frattura in Consiglio è netta. Si dice che in Commissione i toni fossero piuttosto accesi…

«Non vogliamo cavalcare l’onda dell’attacco politico, ma collaborare perché il Fermano possa risollevarsi da questa crisi. Fermo è la città capoluogo e questo deve pur dire qualcosa. Invece, la maggioranza si sta comportando in maniera passiva. Si muove a vista, in balia degli eventi. Finora non ci sono state prese di posizione forti a livello regionale. Renzo Interlenghi è stato messo alla gogna mediatica, ma la Commissione da lui richiesta ha portato a un’evoluzione degli eventi».

Lido Tre Archi avrà un “supercommissario”, ma non a tutti basta. La Lega è tornata a invocare il presidio fisso di polizia. Le che ne pensa?

«La questione è molto complessa. Il presidio fisso può essere d’aiuto, ma va risolto il problema dell'inclusione sociale. È necessario dare agli immigrati i mezzi per potersi muovere in una società completamente nuova. Se lavorano, non delinquono. Con il presidio, il problema si sposterebbe in un altro quartiere. Invece, va risolto e, per risolverlo, devi dare a queste persone la possibilità per non delinquere. Va bene lo skatepark, ma la riqualificazione non può essere solo attività ludica».

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram