Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Gli Ambiti mettono in rete il sociale. Ranieri: "Rivista scientifica, rapporto annuale e formazione continua"

24 Aprile 2020

FEREMO – Alessandro Ranieri, numero uno dell’Ambito 19, e tutti i 23 coordinatori degli ambiti regionali sono collegati online ma anche operativamente. È nata una rete per dare supporto agli operatori sociali del mondo del welfare marchigiano. “Una associazione e una piattaforma nuova per confrontarci”.

L'ASSOCIAZIONE

Franco Pesaresi è il presidente Aipas (associazione interprovinciale ambito sociale) Marche e coordina l’Ambito 9. “Per tre motivi ci siamo uniti: dare un contributo allo sviluppo delle politiche sociali; curare con attenzione il nostro aggiornamento, la nostra preparazione; contribuire a migliorare il benessere della comunità”. Una associazione aperta a chiunque opera nel mondo del sociale, dai comuni alle realtà più piccole allo psicologo ed educatori. “In questa fase emergenziale ci siamo anche noi. Lavoriamo per il contrasto alla povertà, pe portare farmaci e buoni alle persone sole. Siamo dentro il momento. Quindi ci proponiamo di diventare il referente tecnico del mondo del sociale”.

TRE AZIONI COMUNI

Hanno aderito tutti i coordinatori d’ambito, ricorda Valerio Valeriani, componente Aipas e coordinatore di tre Ambiti montani: “Parliamo di terzo settore, di mondo sanitario. Sono tanti soggetti e spesso li valorizziamo poco. Dobbiamo uscire dal sistema delle buone prassi, dall’auto promozione. Dall’esterno ci serve qualcuno che ci valuti e aiuti. Il primo strumento è la piattaforma con cui si va a condividere le prassi e la formazione continua. Il secondo è la costruzione di una rivista scientifica, con una cadenza semestrale. C’è un comitato scientifico composto da accademici delle quattro università. Verranno qui approfonditi temi importanti. Terzo strumento è il rapporto annuale, gestito dal comitato scientifico, che analizzerà ogni anno il tema specifico. Partiremo dalla povertà, poi passeremo alla non autosufficienza, al carcere sapendo che dopo qualche anno replicheremo il tema per valutare le evoluzioni. Quarto strumento è un premio di laurea che vuole coinvolgere i laureandi marchigiani per approfondire il tema annuale”.

FONDI PER LA FORMAZIONE

Il tutto graviterà per il nuovo sito aipasmarche.it “dove si troveranno – precisa Silvia Sorana - pagine utili, ricche di materiali e di appuntamenti”.

L’associazione è nata a settembre e ora ha accelerato. “Vogliamo essere interlocutori attivi della regione, ma non ci sostituiamo a nessun passaggio della governance delle politiche sociali. Proporremo iniziative e azioni, questo sicuramente sì. Siamo un’associazione di volontariato, uno strumento più leggero. Certo che anche noi avremo bisogno di risorse, ma quelle che intercetteremo le useremo per migliorare le politiche del welfare”. Un obiettivo se lo danno: “L’associazione è aperta a tutti, ci sono iscritti. Noi abbiamo aperto la strada.  Noi vogliamo far emergere il lavoro sommerso del sociale” conludono.

@raffaelevitali

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram