Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Giacinti: "Busta paga pesante, bisogna garantire i rimborsi"

6 Febbraio 2020

FERMO – Non basta la buona volontà, servono gli atti. E questi torna a chiedere Francesco Giacinti, consigliere regionale Dem, in merito alla busta paga pesante. “Serve una accelerazione nell'iter procedurale per richiedere il rimborso del 60% del versato da restituire anche a coloro che non avevano scelto questa soluzione” spiega Giacinti che tiene aperto ilc anale son la sottosegretaria al Mise Alessia Morani.

A novembre è stata approvata una sua mozione, sottoscritta anche da Bisonni, Biancani, Giancarli, Micucci, Giorgini, Zaffiri e Leonardi, che impegnava infatti il presidente della Giunta regionale in qualità di Vice Commissario alla Ricostruzione Sisma 2016, a mettere in atto tutte le possibili azioni affinché il Governo, attraverso uno specifico provvedimento, riconoscesse un credito di imposta nei confronti degli aventi diritto allo strumento della “busta paga pesante” che però non se ne fossero avvalsi, pari al 60% degli importi trattenuti e che potevano, invece, essere oggetto dell'agevolazione citata, al fine di rimuovere lo stato di disparità di trattamento venutosi a creare con l'emanazione del decreto sisma.

“L'attenzione è alta - dichiara Giacinti- ed è necessario che il Governo acceleri sul riconoscimento del rimborso. Questa situazione, è bene ricordarlo, si è venuta a creare perché in un primo momento i cittadini, erano stati informati da sindacati, associazioni di categoria e professionisti del fatto che gli importi non trattenuti, se avessero scelto di avvalersi della busta paga pesante, sarebbero dovuti essere rimborsati per intero. In seguito al decreto sisma la situazione è cambiata: il decreto ha stabilito che gli importi non avrebbero dovuto essere versati in maniera integrale ma limitatamente al 40%. Dato che le condizioni sono cambiate in corso d'opera abbiamo l'obbligo di porvi rimedio. Sono fiducioso nell'operato dei parlamentari del territorio e del sottosegretario al terremoto, ma torno a richiedere una accelerazione nell'iter che ad oggi appare sempre più urgente. E’ una questione di principio ma anche di equità e di serietà”.

Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram