Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Fermo, l'ultimo regalo di Ceriscioli. Finanziato il nuovo corso di laurea della Politecnica. Calcinaro: "Partirà Logopedia"

7 Settembre 2020

di Raffaele Vitali

FERMO – L’università c’è e si consolida. A pochi giorni dal voto, il sindaco Paolo Calcinaro si siede al fianco del rettore Gianluigi Gregori e del presidente della Fondazione Carifermo Alberto Palma, per annunciare un nuovo corso di laurea: logopedia. “Ci ritroviamo solo per notizie positive”.

Ogni anno 700 studenti da fuori sede scelgono Fermo per vivere. Una ricchezza reale che si può potenziare. “Ci è stata prospettata una possibilità e noi la cogliamo. Perché la città può solo crescere. Merito anche del presidente della Regione Luca Ceriscioli che ha puntato sulla crescita dei corsi nel campo sanitario” prosegue il sindaco ringraziando anche Palma: “Ci siamo confrontati su questo progetto di sviluppo. La Fondazione è tra gli attori principali di ritorno dell’Università e resta il principale partner nelal gestione dell’Euf. E anche io dico grazie alla Regione che porta a Fermo un nuovo corso”.

Nel merito entra il rettore Gregori che parla di fronte al professor Chelli, pro rettore con delega al territorio, al professor Macarri, come preside di Infermieristica, e al direttore Asur Licio Livini. “Per ora teniamo” sottolinea guardando i numeri delle prime immatricolazioni. “Avere studenti che vengono da fuori, significa accrescere l’economia cittadina”.

E se i numeri sono positivi, si investe. “Un accordo con delibera 1260 del 5 agosto della Regione permette alla Politecnica di investire sui territori. La Regione, a fronte delle problematiche sanitarie, stanzia 720mila euro per quattro nuovi corsi su temi sanitari. Abbiamo analizzato le necessità e i corsi scelti sono: fisioterapia, logopedia, terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva (triennali come Infermieristica) e una laurea magistrale in Scienze delle professioni sanitarie della riabilitazione, che specializza chi ha già la triennale”.

Corsi in sintonia con altre università della Regione, “come da punto del mio andato”. E così un corso sarà a Fermo, promette il rettore Gregori. “Parliamo di lezioni che partiranno a ottobre del 2021/2022. Quello di Fermo sarebbe bene che si abbinasse anche al conservatorio” precisa, regalando un assist al sindaco sul ‘corso’ da scegliere. Aggiungendo, con lo sguardo rivolto a Palma, che “se volessimo avviare altri corsi serviranno risorse. In questo caso la Regione permette di avviarlo a costo zero per la comunità”. Riprende la parola Calcinaro: “L’Euf oggi può investire e quindi volendo diventare sempre più polo universitario dobbiamo farlo. Con la presenza del conservatorio – conclude Calcinaro – ci piacerebbe avere Logopedia”. Con Livini che rilancia anche sulla neuro psicomotricità.

Studio e formazione portano benessere e salute, ne sono tutti convinti. “Per questo – riprende il direttore dell’Asur 4 Licio Livini – bisogna investire sulla prevenzione. Non basta curare le malattie, serve sempre più formazione per evitare che certe patologie non si verifichino proprio. Puntare sul settore della riabilitazione con questi quattro nuovi corsi significa attenzione a chi ha difficoltà, anche croniche, che non necessitano del ricovero ma di essere seguiti”. Macarri ha il duplice ruolo, prof e medico: “Non finirò mai di sottolineare quanto sia importante la presenza degli studenti all’interno dell’ospedale e delle strutture periferiche. Per cui grazie”.

Che il mondo sanitario muova persone e risorse, lo dimostra il concorso in programma domani: 1500 candidati per Medicina-Chirurgia e Infermieristica al PalaRossini e alla facoltà di Medicina. “Insieme a questo crescono le borse di specializzazione, ne avremo 250, numeri mai avuti, con 115 laureati in più a disposizione. Per cui dobbiamo ragionare su come far essere presenti gli specializzandi nei territori della Regione”. L’obiettivo, in questo caso, è inserirli e far comprendere le necessità del sistema: “va ampliata la possibilità di scelta che crei un matching tra passione e possibilità”. Tutti felici per il nuovo corso di laurea, ma siccome c’era aperto da mesi un discorso pre Covid sulla crescita della Politecnica, in campo ingegneristico o economico, non ci si può accontentare.

E ci pensa il presidente Palma a farlo capire: “Se ci verrà proposto un corso di successo, come Ingegneria Gestionale, ci sarà chi farà la sua parte”. E su questo, chiosa il rettore Gregori, “sta lavorando il Professor Chelli per sottoporre un progetto molto interessante per la città di Fermo. Sapere già di avere al nostro fianco la fondazione e la camera di Commercio è fondamentale”.

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram