Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Farmacia comunale nelle mani dei privati, le ragioni di Petritoli: "La sede resta in centro, ci saranno più servizi e personale"

10 Giugno 2020

PETRITOLI – Pubblico e privato, l’eterno conflitto che quando viene superato, di solito, produce benefici. È quello a cui aspira il sindaco di Petritoli, Luca Pezzani, che ha avviato un percorso che porterà alla gestione esterna della farmacia comunale. “Dopo 40 anni è ora di cambiare, o meglio di crescere e migliorare” spiega il primo cittadino.

Dietro a una scelta ancora in itinere ci sono diverse motivazioni: “In questi anni nonostante l’ottimo lavoro della dottoressa Pallottini, che a fine luglio andrà in pensione, la nostra farmacia ha sofferto la concorrenza con le altre farmacie del circondario. Principalmente perché Petritoli è un comune troppo piccolo per gestire con le sole proprie forze una farmacia, senza figure all’interno del Comune con competenze specifiche in materia che permetterebbero una gestione migliore e più competitiva. E poi c’è la burocrazia, vero fardello della pubblica amministrazione. Per acquistare farmaci bisogna fare una gara d’appalto, l’approvvigionamento non è libero. Questo comporta che non sempre si possa approfittare delle migliori offerte che il mercato consente”.

Di fronte a queste problematiche, conscio che è impensabile oggi assumere due persone da inserire in farmacia, il Comune ha preso una decisione: “Affidiamo l’incarico a un consulente di studiare il quadro economico della farmacia, che fino aa oggi ha prodotto sempre utili. Uno stato dell’arte per poi portare in consiglio comunale il nuovo regolamento con il cambio di gestione”. A quel punto, una volta approvata la possibilità di affidare a un privato il bene pubblico, verrà redatto il bando. “Che – anticipa Pezzani – avrà come punto fermo il fatto che la farmacia è e resterà nel centro di Petritoli”.

Poi, si valuteranno possibili migliorie, sapendo che un privato, con la gestione più snella e competitiva, accrescerà sicuramente i servizi e anche i medicinali a disposizione, magari il comune vincolerà la gestione alla conferma di servizi come la prenotazione delle visite, da poco liberalizzata dalla Regione. “Al Comune resterà la proprietà e un canone che il gestore verserà anche per l’affitto del locale, oltre al diritto di controllo sulla gestione. Ma tutto questo lo vedremo dopo lo studio del consulente”.

Una cosa è certa, la partita si chiuderà in autunno. “questo è il percorso, tra l’altro condiviso anche con la minoranza comunale, per cui non comprendo alcune polemiche e dubbi in paese, alcune sollevate dal Pd locale. Perché si pensa che una farmacia a gestione privata non possa svolgere il suo servizio sociale? Non mi risulta che le farmacie del circondario nel periodo dell’emergenza Covd-19 siano rimaste chiuse”.

Pezzani chiarisce poi un altro aspetto, parlando di chiarezza d’azione: “A oggi non c’è un solo atto inerente alla farmacia relativo a questo discorso. Quando avrò la relazione del consulente sarà mia premura informare i cittadini della strategia adottata. Ma sono certo che ai petritolesi quello che interessa è il risultato, ovvero una farmacia aperta ed efficiente come e più di sempre”.

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram