Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Ex Gigli: la corte esterna vale 0 per il Demanio e la polizza non dà garanzie

16 Novembre 2019

PORTO SANT’ELPIDIO – Che fine farà l’ex Gigli? Forse ospiterà un presepe, forse resterà chiuso per Natale, di certo al momento non si sa chi dovrà perdere i 450mila euro che il Demanio ha tagliato rispetto al valore inserito nel preliminare tra Comune e Azzurro Srl.

Il consigliere Giorgio Marcotulli ha recuperato e studiato la polizza assicurativa che garantisce la caparra versata di 390mila euro. “Che garanzie effettive ed immediate ci dà una polizza che può essere escussa solo se il contraente sia sottoposto ad esecuzione immobiliare dell’immobile stesso o a fallimento, concordato o liquidazione?”. Secondo il consigliere ci sono tre strade: la prima è che tutto proceda per il meglio, con un accordo in bonis tra privato e pubblico sul valore dell’immobile e quindi la prosecuzione di quanto deciso e firmato. La seconda è che il Comune rivendichi la restituzione della caparra, la terza è che il privato si opponga forte del costo preventivato e quindi dei 440mila euro in meno di previsto incasso.

“Se le cose fossero così e quindi non ci fosse una pacifica risoluzione contrattuale per rientrare in possesso della caparra di € 390.000 potrebbe non essere affatto facile né tantomeno immediato perché viste le condizioni previste dalla polizza per poter far valere la stessa non sarà sufficiente che la proprietà si rifiuti di restituire le somme ma ricorrerà l’obbligo di una sentenza giudiziale che dia seguito alla trascrizione di un pignoramento del bene, un percorso tortuoso e che potrebbe durare anni” aggiunge il consigliere

Che intanto si trova davanti le motivazioni per cui il Demanio ha ribassato il valore del cineteatro. Leggendo la relazione, emerge che l’agenzia del Demanio, diversamene da quella delle Entrate, ha dato valore 0 euro alla corte esterna, che veniva invece valutata 130mila euro, e ha dato valore 0 a vano scala e locale tecnico.

“A questo punto anche qualora l’Agenzia del Demanio venga chiamata a rivalutare la perizia con nuovi elementi, si parlerà di lunghi tempi di attesa che non possono certo giustificare ulteriori proroghe al privato per il pagamento del saldo di 780.000 € del lotto di via Mameli che ad oggi scade con il mese di gennaio. Al prossimo consiglio comunale, su questo tema presenteremo un’interrogazione al Sindaco per chiedere chiarimenti su questa vicenda per la quale ribadiamo comunque la nostra disponibilità al dialogo nell’interesse della collettività” conclude Marcotulli.

Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram