Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Economia, tornano a crescere le imprese a Fermo: unica provincia col segno più

28 Gennaio 2020

FERMO – Dopo il dato del Pil marchigiano cresciuto del 3%, un’altra voce fa guardare al 20220 con più entusiasmo. La provincia di Fermo è l’unica delle Marche che ha chiuso il 2019 con un aumento di imprese, +033%. Una percentuale minima, ma in controtendenza rispetto alle colleghe vicine, Ascoli – 0,43% e Macerata in pareggio. Peggio di tutte ha fatto Ancona, con un -1,19%. “Il tessuto imprenditoriale delle Marche risulta costituito da 168.396 imprese registrate delle quali 146.923 attive” sottolinea Movimprese con i dati rielaborati dalla Camera di Commercio delle Marche.

“E’ di oggi la notizia della crescita del Pil marchigiano nel 2018 che va colta con estrema soddisfazione. Un dato che, insieme a quello della crescita del numero di società di capitali e dell’aumento delle imprese del terziario (nella maggior parte dei casi, società ad alto valore di innovazione), ci dice che il tessuto economico della nostra regione prova a diventare più forte, a scapito soprattutto delle imprese individuali, e più evoluto”. Gino Sabatini, presidente camerale, non nasconde la preoccupazione per “l’evidente calo delle imprese agricole (il saldo a fine anno è di -666) e quelle del commercio, sia al dettaglio (-492) che all’ingrosso (-162)”. Non è compensato dal fatto che sono cresciute le attività immobiliari (+152) e le consulenze (+104).

Quanto alle forme giuridiche, le società di capitale hanno concluso l’anno ancora una volta con un numero di iscrizioni superiore a quello delle cessazioni nette (2.271 nuove iscrizioni a fronte di 1.306 cessazioni nette, con un saldo di +965 imprese e un tasso di crescita annuale pari a +2,35%). Complessivamente sono 42.094 unità, in aumento dallo scorso anno, e che oggi rappresentano un quarto del tessuto imprenditoriale marchigiano (25,0%). Il saldo delle società di persone, invece, è risultato negativo per 502 unità (652 iscrizioni e 1.154 cessazioni a netto delle cancellazioni d’ufficio), con un tasso di crescita annuale pari a -1,61%. “Lo scorso anno la differenza tra cessazioni e iscrizioni è stata negativa per 909 unità e, di conseguenza, il tasso di crescita annuale del tessuto imprenditoriale è stato pari a -0,53%. Il risultato in valore assoluto segnala un trend che non dev’essere sottovalutato ma va guardato nella sua complessità” conclude Sabatini.

@raffaelevitali

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram