Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Discarica e scelte politiche, così Fermo ha la Tari più bassa

22 Novembre 2019

FERMO – Politiche mirate e un vantaggio enorme, la discarica. L’Asite, che gestisce servizio e impianto rifiuti, incassa due terzi del suo fatturato da discarica, biometano e compostaggio. Questa gallina dalle uova d’oro permette di abbassare i costi lordi del servizio, visto che può scegliere il comune anche quanto far pagare lo smaltimento degli indifferenziati. Di fronte a un quadro economico positivo arriva la scelta politica: non gravare sui cittadini di Fermo. In questo modo il Comune brilla nelle Marche, è la provincia con il costo minore pro capite, e in Italia, 11esima su 110 valutate da Cittadinanzattiva. Tra l’altro Fermo si inserisce in una provincia virtuosa, in cui i comuni principali, tolto Porto San Giorgio, hanno tariffe molto più basse del resto della regione.

Il dato di riferimento si riferisce a una famiglia tipo di 3 persone che vivono in 100 metri quadri. Il costo è di 196 euro l’anno ed è in diminuzione dello 0,5% rispetto all’anno precedente.

“Ce lo siamo dati come mandato quello di – spiega il sindaco Paolo Calcinaro - tenere una bassa tassazione per le famiglie fermane. Un esempio è anche l’abbattimento del 30% per i redditi medio bassi e che per chi ha uno studente universitario fuorisede nel nucleo familiare”.  L’attenzione allo studio ha fatto di Fermo un piccolo modello nazionale, perché si abbina la buona politica alla formazione. Non solo, casette dell'acqua e il centro del riuso, aperto e già entrato nelle vite dei fermani, anche se presenta dei limiti: non si possono portare ad esempio lavatrici funzioannti che farebebro comodo a famiglie bisognose.

“Il prossimo passo è quello di giungere a premiare le famiglie più virtuose. Al pari per le attività produttive abbiamo portato riduzioni rilevanti sin dal 2015 soprattutto sulle categorie più penalizzate”.

Guardando alle Marche, il costo Tari è molto più basso: Ancona 264, Ascoli Piceno 232, Macerata 207, Pesaro 264 e Urbino 243. “Con una raccolta differenziata in crescita, a breve partiranno le prime iniziative premiali per i cittadini virtuosi che collaborano in questo senso” aggiunge l’assessore all’Ambiente Alessandro Ciarrocchi che in questi giorni ha fatto tappezzare le isole ecologiche informatizzate con cartelli esplicativi per migliorare il conferimento dell’indifferenziato e proseguire nelal crescita della percentuale della differenziata.

“Da soli potremmo poco, la collaborazione dei cittadini è fondamentale. questo ci permette di amministrare al meglio la società e di proseguire su questo fronte con un impegno costante per dare un servizio sempre più efficiente” conclude l’assessore Savino Febi.

r.vit.

Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram