Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Catalini e Zacheo: "Il nuovo ospedale di Fermo? I soldi non ci sono. Prima va alienato il Murri. Cesetti e Calcinaro sapevano"

4 Settembre 2020

FERMO – Pasquale Zacheo e Giambattista Catalini, due consiglieri uscenti e componenti della quarta commissione ‘nuovo ospedale’ di Fermo. A pochi giorni dalla fine del loro mandato, fanno il punto: “Abbiamo collaborato in questi anni, partendo dal giorno dopo il voto quando entrambi eravamo pronti a sostenere l’altro al ballottaggio” racconta Pasquale Zacheo.

L’ospedale è stato al centro del loro lavoro in questi anni. “Purtroppo il sindaco Calcinaro in questi cinque anni non ha mai messo la quarta commissione guidata da Catalini nelle condizioni di operare e vigilare. E questo ci ha indotto – prosegue Zacheo – negli ultimi mesi a entrare in tutti gli uffici, dal Ministero al Cipe fino alla Regione per studiare le carte”.

“Due anni fa ho creato il nuovo regolamento d’igiene sanitario, che era fermo al 1977. L’ho realizzato ma non è mai stato avviato perché non è stato possibile trovare 1500 euro per la stampa. Noi sull’ospedale abbiamo chiesto le carte al sindaco, essendo lui che ha rilasciato il permesso a costruire, ma non ce le ha mai date. E alla fine le abbiamo recuperate noi. Pensiamo che il vicepresidente Iacopini si è dimesso e nessuno della maggioranza ha nominato un sostituto e io non ho potuto convocarla più” ribadisce Catalini.

Da qui il report che hanno redatto insieme, i due ex candidati sindaco per centrosinistra e centrodestra, sulla situazione del nosocomio di Campiglione: “I lavori dovevano finire nel 2018, ma in realtà i 70 milioni sul bilancio 2016-2018 non c’erano, mentre ci sono sempre stati i 36milioni dello Stato. E questo lo sapeva anche Calcinaro il giorno che era al fianco dei vertici regionali mentre presentavano il piano”. È il 2018 l’anno dello stanziamento regionale. “Si parla di 27milioni, mentre la regione si era impegnata per 30milioni”.

Pasquale Zacheo

Sfoglia i documenti il consigliere Zacheo, che non si ricandida: “Lavori partiti? In realtà il cartellone fuori dal cantiere parla solo della viabilità”. Questo perché la parte visibile dei lavori è proprio relativa alle strade, incluso un ponte. "Per la viabilità la regione ha parlato di 11milioni stanziati per le opere viarie, ma in realtà i soldi sono arrivati dalla delibera Cipe del 2017, sotto il governo Gentiloni”.

Ospedale pronto per il 2025 secondo Zacheo e Catalini. “Non in 36mesi. Questo perché i 30 milioni della regione non ci sono per davvero, ma sono legati alla possibilità che nel 2022 l’ente abbia i soldi per completare i lavori di un appalto partito per 59milioni e arrivato ormai a 100. Con fondi che la regione troverebbe da alienazioni di strutture (delibera 17 del 2011, ndr), come il vecchio ospedale di Jesi, il poliambulatorio di Ancona, l’ospedale di Fermo, uno di Osimo. Ma alienare qualcosa ha tempi precisi, con passaggi in consiglio comunale. Impensabili quindi che tutto si completi in tre anni”.

Il nodo quindi resta uno: “Non sono blindati i 30 milioni previsti per il 2022, quelli che portano l’appalto da 70 a 100milioni, e che sono legati alla ulteriore capacità di indebitamento”.

Ecco che i fondi Mes diventano ancora più importanti.  “Noi siamo sopra i partiti e sopra la politica, pensiamo ai cittadini e alle persone. Oggi sappiamo che quell’ospedale non si farà. È assurdo leggere che si sono pagati professionisti e non mattoni. Questo territorio è sempre penalizzato da chi oggi si ripresenta a chiedere il voto” tuona Catalini.

La chiosa finale è per il Comune, da cui ora escono: “Ma che ne pensa il sindaco del fatto che i fondi del nuovo ospedale ci saranno quando è stato venduto il vecchio, perché non ne ha mai parlato? E dire che discutiamo da anni sul futuro del Murri, tutte chiacchiere in un progetto che lo vuole in vendita e che oggi abbiamo scoperto” concludono i due consiglieri che comunque queste carte avrebbero potuto anche tirarle fuori prima.

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram