Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Calimar, da Falerone mille mascherine al giorno al posto dei maglioncini. "Sterilizzate tutte le macchine da cucire"

22 Marzo 2020

FALERONE – Dalle maglie alle mascherine. “Abbiamo deciso di contribuire con ciò che sappiamo fare meglio: trasformare un filo in qualcos’altro. Così da giorni produciamo mascherine che non sostituiscono quelle chirurgiche, sono senza certificazione e non hanno i requisiti per essere classificate come dispositivi medici anti Coronavirus, aiutano però ad isolare, quanto più possibile, l’aria dell’ambiente esterno dalle mucose di naso e gola” spiega Alice Totò, figlia dei titolari della Calimar di Falerone.

L’azienda, specializzata in prodotti di maglieria, ha dato il via a questa produzione. All’inizio per necessità interna, poi perché servono a tutti. “Sono riutilizzabili previa disinfezione. Oggi siamo in grado di produrne mille al giorno”. Il costo? “Non lo facciamo per soldi – spiega l’amministratore Adriano Totò – ma per dare un servizio alla comunità. Chiediamo solo un contributo simbolico che neppure copre le spese. Abbiamo distribuito centinaia di mascherine a Comuni, associazioni, aziende, cittadini. Con la nostra tradizionale attività siamo fermi da dieci giorni, così con mia moglie e mia cognata abbiamo pensato di realizzare prima un prototipo e poi la mascherina vera e propria cucita con due tessuti diversi per isolare la bocca dall’esterno”.

Il tutto dopo aver reso sicura l’azienda: “Abbiamo sterilizzato le nostre macchine da cucire. Teniamo duro, andrà tutto bene. Sperando di essere d’aiuto, ci trovate in azienda”.

@raffaelevitali

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram