Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Ambruosi&Viscardi, il Prefetto fa intervenire la polizia. "Tuteliamo il lavoro"

9 Dicembre 2019

Alle 18, quando il comitato è tornato a riunirsi, fuori dall’azienda non c’era più nessuno e i camion erano tutti regolarmente partiti.

SANT’ELPIDIO A MARE – Tensione, operai spostati di peso, ma senza violenza. Non si alzano i manganelli, la Polizia ha usato le tecniche anti sommossa per liberare i cancelli e disperdere i manifestanti. La mattinata fuori dall’Ambruosi&Viscardi è iniziata male, con il timore che i camion, di nuovo, restassero bloccati dai manifestanti. Che sono tornati a chiedere lavoro.

Se non si fosse sbloccata la situazione, il danno economico sarebbe stato di nuovo ingente. L’azienda lo ha ribadito al prefetto di Fermo, Vincenza Filippi, che questa mattina, mentre era in corso il blocco, ha convocato tutte le parti: i rappresentanti provinciali delle Forze dell’Ordine, il sindaco di Sant’Elpidio a Mare Alessio Terrenzi e il comandante della Polizia locale, oltre al capo di gabinetto Francesco Martino e alla proprietà Ambruosi insieme con l’avvocato.

“Abbiamo svolto un’analisi della situazione in cui da alcune settimane versa l’Azienda, a seguito dello stato di agitazione promosso dalla parte minoritaria dei lavoratori iscritti al SI-Cobas con modalità che hanno portato a evidenti turbative per l’ordine pubblico, con reiterati, improvvisi assembramenti ed occupazioni di suolo dinanzi ai cancelli dello stabilimento, con l’esplicito intento di impedire l’uscita dei camion, carichi di ortaggi ed insalate pronte ed altamente deperibili” spiega il prefetto. Che poi aggiunge: “A fronte dell’atteggiamento posto in essere da tale parte di lavoratori, si registra, invece, un numero maggioritario di lavoratori che non ha aderito alle manifestazioni iorganizzate dai Si Cobas. Tra l’altro la maggioranza dei lavoratori è scritta a Cgil, Cisl e Uil che ha preso posizione a fianco della proprietà”.

A spingere la prefettura verso la soluzione finale è stato anche lo stato dei lavoratori che ogni giorno entrano in azienda in condizioni di disagio, oltre che alle ripercussioni evidenti su quadro economico di un’impresa “che – ha spiegato Ambruosi - si appresta a perdere ordini a causa dei blocchi che i manifestanti stanno determinando presso gli ingressi dello stabilimento, così da impedire l’uscita dei camion con i prodotti altamente deperibili e pronti per la distribuzione presso i più importanti supermercati dell’intero territorio nazionale”.

Di fronte a questo, la Filippi ha chiamato, in accordo con il questore di Fermo, i rinforzi, reparti mobili provenienti da fuori provincia oltre a una quarantina tra poliziotti, carabinieri e finanzieri appartenenti ai presidi del territorio provinciale.

Le tensioni di questa mattina, con riflessi pregiudizievoli per la libera iniziativa economica di un operatore commerciale e la stabilità occupazionale con la messa a rischio di centinaia di posti di lavoro, hanno convinto il Prefetto, in sede di Comitato a dare l’ok all’azione delle Forze dell’Ordine “attraverso le modalità tecnico-operative più appropriate al caso di specie (nell’ambito della discrezionalità tecnica attribuita al Questore sotto il profilo della gestione dell’ordine pubblico) affinché nelle immediate ore successive al Comitato stesso, entro e non oltre il pomeriggio, i camion della Società Ambruosi & Viscardi potessero entrare ed uscire dallo stabilimento, utilizzando i reparti mobili appositamente fatti venire da fuori provincia, con l’ausilio della territoriale”.

E così è andata. Alle 18, quando il comitato è tornato a riunirsi, fuori dall’azienda non c’era più nessuno e i camion erano tutti regolarmente partiti. “Ringrazio gli operatori delle Forze dell’Ordine per il lavoro svolto. Che non finisce qui: bisogna mantenere sempre alta la soglia di attenzione e per questo in accordo con il questore domani sarà rafforzato ancora di più il presidio fuori dall’azienda”.

ARTICOLI PRECEDENTI

Ambruosi&Viscardi, dentro si lavora, fuori si protesta (video)

Ambruosi&Viscardi, salvati gli ordini. "Vogliamo solo lavorare"

La Sinistra sta con chi lotta. Martini: "I sindacati difendano i lavoratori dell'Ambruosi"

La Cgil stronca le critiche: "Ecco perché stiamo con Ambruosi&Viscardi"

Agostini: come risolvere il caso Ambruosi&Viscardi

Nuova Ricerca Agenzia Res: "Mai presa posizione sull'Ambruosi&Viscardi"

Ambruosi&Viscardi, il Prefetto fa intervenire la polizia. "Tuteliamo il lavoro"

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram