Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Vecchiola sulle orme di Enrico Mattei: Versalis (gruppo Eni) compra il 40% di Finproject. "Cresceremo tanto"

26 Febbraio 2020

di Raffaele Vitali

Ci lavorava da tempo. Ha seguito ogni dettaglio, ha curato ogni rapporto, ha portato a casa l’operazione più importante per l’azienda di famiglia diventata un gruppo internazionale. Maurizio Vecchiola ha messo la firma più attesa, quella sull’accordo che lega Finproject a https://www.versalis.eni.com/irj/portal/anonymous?guest_user=anon_it&NavigationTarget=ROLES://portal_content/z_eni_ve_fl_versalis/z_eni_ve_fl_roles/z_eni_ve_rl_gues_versalis/AziendaEni, o meglio della società chimica del grande gruppo, ovvero Versalis. Una firma voluta per la crescita economica e anche per il valore simbolico, visto che Maurizio Vecchiola è da sempre un estimatore di Enrico Mattei.

“Al buon esisto dell’operazione hanno contribuito Ubi Corporate & Investment Banking in qualità di advisor, DLA Piper per la consulenza legale e Deloitte in qualità di financial accountant” spiega la Finproject, azienda marchigiana presente in mezzo mondo grazie al materiale ultraleggero Xl Extralight.

Per il gruppo guidato dalla famiglia Vecchiola è il grande salto, dopo il primo importante step nel 2015, quando cedette il 40% del capitale a Vei Capital, operatore di private equity. “Fondamentale allo sviluppo del gruppo è stato il contributo di Vei Capital che ha favorito il flusso del capitale e le competenze necessarie per una crescita duratura”. E dopo il secondo, quando nel 2017 ha acquisito dal Gruppo Solvay Padanaplast, pioniera e poi leader nella produzione di materiali reticolabili a base poliolefinica.

Da oggi – sottolinea Maurizio Vecchiola, presidente e amministratore Delegato di Finproject – il nostro nuovo obiettivo è quello di creare un centro di competenza industriale sui materiali speciali che rivestirà un ruolo da protagonista per lo sviluppo del settore in Italia e nel mondo”.

Versalis subentra nel capitale acquisendo il 40% delle quote di Finproject attualmente detenuto da Vei Capital. La maggioranza resta quindi in mano alla famiglia, ma la scelta di un partner come Eni è la riprova di credere nella partnership industriale come acceleratore di crescita.

Da sinsitra: Maurizio Vecchiola – Presidente e AD Finproject; Daniele Ferrari – AD Versalis (Eni); Euro Vecchiola – Fondatore del Gruppo e Presidente Onorario Finproject; Nicola Vecchiola – Direttore Divisione Moulding e Consigliere Delegato Finproject; Franco Meropiali – Direttore Sviluppo Internazionale e Licensing Versalis (Eni); Sara Vecchiola - Head of Brand Marketing & Communication Finproject; Carlo Vecchiola – Product Design & Development Finproject

“Abbiamo trovato in Versalis un partner industriale in grado di comprendere il grande potenziale di sviluppo dell’azienda per svilupparlo su scala globale. Il posizionamento di Finproject sul mercato per le applicazioni ad alto valore aggiunto, si unisce alla leadership tecnologica e industriale di Versalis nella chimica creando una catena di indubbio valore. Insieme svilupperemo nuovi materiali e soluzioni in grado di portare innovazione ai settori wire and cable, footwear, automotive e tanti altri”.

Un anno fa Vecchiola ha ottenuto dal comune di Ascoli Piceno la possibilità di chiamare via Enrico Mattei quella dove si trova lo stabilimento nella zona industriale Campolungo: “Collaborare con Versalis (Eni) riveste per noi anche un significato simbolico importante: l’azienda voluta e fondata da Enrico Mattei, insigne marchigiano, sarà al nostro fianco per costruire un futuro all’insegna della sostenibilità e della creazione di valore condiviso, a partire dal nostro territorio”.

Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram