Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Valdaso, punto vaccini a rischio: niente accordo con i medici. I sindaci ad Acquaroli: "Paghiamo noi infermiere e frigo"

30 Marzo 2021

PETRITOLI – Qualcosa è andato storto e uno dei sei punti vaccinali annunciati sabato dall’Area Vasta 4 non si aprirà. Almeno non ora se non cambieranno alcune condizioni.

I medici di medicina generale della Valdaso e parte della Valdete non hanno trovato l’intesa con la direzione sanitaria. E così, 14 sindaci si sono ritrovati online e hanno messo a punto una lettera subito inviata al direttore Livini e al presidente Acquaroli, oltre che all’assessore alla Sanità Saltamartini.

La richiesta è semplice: “Trovare una soluzione affinché il punto vaccinale di Petritoli, che in questo periodo si sta occupando del personale scolastico, no chiuda e resti aperto come annunciato pochi giorni fa” spiega il primo cittadino di Petritoli, Luca Pezzani, in qualità di portavoce del gruppo.

Il problema però non è di semplice soluzione. Quello che i medici della Valdaso contestano è quello che altri territori, vedi Porto Sant’Elpidio, hanno accetto: l’organizzazione del punto vaccinale. Il che significa avere a disposizione personale amministrativo per la registrazione, un infermiere e frigorifero per conservare le fiale. I primi cittadini da Altidona a Montottone, si sono così attivati per cercare di mediare tra le parti.

L’Asur mette a disposizione il distretto di Petritoli, i vaccini e i dispositivi di protezione. Il resto spetta ai medici di medicina generale. E qui sta l’inghippo. “Noi sindaci – riprende Pezzani – siamo anche disponibili a pagare l’infermiere, ma la domanda è: si trova?”. E sono pronti anche a comprare un frigorifero se necessario, ma resta un altro nodo organizzativo che per i medici della Valdaso è difficile da superare: la registrazione delle persone. Insomma, la Valdaso-Valdete vorrebbe che fosse l’Asur a fornire un amministrativo.

“Speriamo di riuscire a trovare una soluzione, sarebbe incredibile che un intero territorio non potesse usufruire di un servizio così importante, tra l’altro già annunciato. Siamo a diposizione dell’Asur, però da entrambe le parti bisogna fare passi avanti uno verso l’altro per il bene di tutti” conclude Pezzani.

Raffaele Vitali

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram