Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Vaccino, per le forze dell'ordine si torna a Fermo. E i pazienti fragili? Dagli oncologici ai diabetici, tutti in attesa della Regione

1 Marzo 2021

FERMO - Si continua a morire di Covid, o meglio con il Covid. Un virus che entra nel corpo, che colpisce più organi e che trova terreno fertile nelle persone fragili. Si riempiono così le statistiche delle vittime con ‘patologie pregresse’. Oggi altre due vittine: una 59enen di Grottazzolina e una 93enne di Montappone.

E questo lo sanno tutti, da sempre. Si era parlato di classi di priorità: prima gli over 80, i più colpiti dal Coronavirus, poi le persone con patologie, dai malati oncologici ai diabetici passando per quelli con problemi cardiaci. “Fosse stato per me, li avrei considerati una priorità come gli over 80” ammette il direttore dell’Asur 4, Licio Livini. Ma il piano nazionale e regionale, per ora, non lo prevede.

Con gli anziani diligentemente in fila a Montegranaro, si è iniziato a vaccinare gli insegnanti a Petritoli e tra qualche giorno toccherà alle forze dell’ordine, e al personale della Procura della Repubblica, in via Zeppilli a Fermo.

Ma i fragili? “Quelli che ruotano in ospedale, penso a oncologici e nefropatici, li raggiungeremo in reparto, fornendoli quanto prima di vaccini che poi il primario gestirà. Diverso il discorso per i diabetici, che nel Fermano sono tanti, circa 8700. Qui servono dosi e risorse umane, che pianificheremo non appena avremo dalla Regione l’indicazione. Quella che sta emergendo è di vaccinare i pazienti fragili appena terminato il mondo della scuola e delle forze dell’ordine” conclude Livini.

Raffaele Vitali

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram