Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Una serata con Galimberti: si apre il festival che 'porta' tra i Sibillini cultura, giornalismo e solidarietà

31 Luglio 2020

Un territorio bello e ricco deve imparare anche ad ascoltare. Con questo obiettivo l’impresa sociale Wega, insieme con i partner del progetto la Terra che cura, ha organizzato il festival ‘Ascoltare per crescere’. Una serie di appuntamenti, a causa del Covid online ma idealmente ognuno in un Comune del cratere, in cui giornalisti ed esperti si confrontano sulla ripartenza, sul come realizzarla partendo dal bello e buono che i comuni all’interno del cratere, ma in generale dei Sibillini, hanno da offrire.

Il primo appuntamento è per questa sera, virtualmente a Servigliano, quando alle 21.30 il filosofo Uberto Galimberti dialogherà con il giornalista Raffaele Vitali. Il titolo è ‘Il giardino dell’anima’. “Spazieranno su varie tematiche rapportate alla dimensione esistenziale, per generare riflessioni e illuminare nuovi scorci per migliorare la propria vita, il rapporto con se stessi, con gli altri e con l’ambiente che ci circonda” spiega Baratto.

L’incontro, quindi, si terrà venerdì 31 luglio alle 21.30, senza pubblico a causa delle norme anticovid, ma potrà essere seguito in diretta web (live streaming), sulla pagina facebook e sul canale youtube di Wega. Galimberti, dopo l’introduzione del presidente di Wega Domenico Baratto, spazio all’intervista che punterà sulle parole chiave del progetto “La terra che cura”, che ha tante sfaccettature. Un viaggio tra la terra, per capire se è madre o nemica, e la cura, affidata alla medicina ma anche al comportamento del singolo.

Poi, la discussione tra il filosofo e il giornalista toccherà numerosi argomenti, dall’insicurezza generata dal Covid all’attuale riscoperta della qualità di vita nei borghi, da come il buon rapporto con la terra-territorio possa alimentare l’armonia con la propria interiorità e migliorare i rapporti con gli altri a come esplorare una nuova visione della propria esistenza e dei rapporti sociali dopo i cambiamenti a cui ci ha costretto la pandemia. Un’analisi delle emozioni ma anche indicazioni per aprire tragitti diversi, nuovi stili di vita e maggiore benessere esistenziale per il futuro.

Dopo Galimberti seguiranno altri appuntamenti con personaggi famosi e di alto profilo della cultura e dell’informazione. Tra questi il corrispondente di Sky tg 24 da Bruxelles Roberto Tallei, (7 agosto Montappone), il direttore di Avvenire Marco Tarquinio (21 agosto Montefortino Santuario dell’Ambro), il direttore de “Ilfattoquotidiano.it” Peter Gomez (4 settembre Comunanza), Veronica Berti Bocelli presidente dell’Andrea Bocelli Foundation (11 settembre Sarnano), Michele Brambilla direttore QN-Il Resto del Carlino (2 ottobre Amandola). E ci sarà anche un fuorifestival a Falerone con uno dei più letti scrittori contemporanei, Igor Sibaldi, il 25 settembre.

A ogni evento, sempre in diretta web, sarà abbinato un video intervista in aziende, siti, località rappresentative del territorio dei Sibillini. Il progetto “La terra che cura” è realizzato da Wega impresa sociale, cooperative sociali Eureka e La Sorgente, in collaborazione con università Politecnica delle Marche e Human Foundation, vincitori di un bando FESR della Regione Marche.

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram