Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Truffe, evasioni e coltelli in auto: pioggia di controlli, arresti e denunce nel Fermano

4 Gennaio 2020

FERMO - Sono giorni particolarmente attivi per i militari della Compagnia dei carabinieri di Fermo, impegnati nel monitoraggio e nel contrasto dell criminalità nel territorio Fermano.

Ieri due persone, un italiano di origini campane ed un rumeno, sono state denuncite alla Procura della Repubblica di Fermo per la famosa truffa dello specchietto. I due, con la scusa di aver subito il danneggiamento dello specchietto della propria autovettura da parte di ignari automobilisti, pretendevano da questi l’indennizzo dei danni, con la immediata somma risarcitoria di euro 150,00 per evitare di fare denuncia all’assicurazione al fine di non aumentare il premio assicurati. Le indagini, poste in essere dall’arma di Porto Sant’Elpidio, mediante anche l’acquisizione del sistema di video sorveglianza, hanno permesso di identificare gli autori del reato denunciandoli per il reato di truffa in concorso.

Sempre a P.S.Elpidio i militari, nel corso di controlli alla circolazione stradale, hanno fermato un cittadino di nazionalità russa il quale veniva trovato in possesso di un coltello all’interno della propria autovettura. L’uomo veniva denunciato alla Procura della repubblica per porto abusivo di oggetto atti ad offendere.

Nella vicina P.S.Giorgio, invece, è stato denunciato un cittadino italiano, di origini laziale, il quale attraverso il sito internet subito.it aveva simulato la vendita della propria autovettura facendogli consegnare da un ignaro cittadino del luogo la somma di euro 1.500,00, facendo poi prendere le proprie tracce. Anche questo soggtto è stato identificato e denunciato per truffa.

A Monte Urano i carabinieri hanno denunciato un cittadino del luogo il quale mediante artifizi e raggiri si è fatto consegnare la somma contante di euro 1.800,00 da due pensionati per la vendita di una stufa, e da un altro cittadino la somma contante di euro 200,00 per stipulare un contratto di assicurazione. una volta avuto il denaro l’uomo si e dileguato. Anche quest'ultimo, una volta identificato è stato denuniato per truffa continuata.

Infine i carabinieri di montegranaro hanno proceduto all’arresto di un italiano di anni 38, pregiudicato il quale sottoposto agli arresti domiciliari è stato più volte sorpreso fuori dall’abitazione e quindi denunciato per evasione, il tribunale di rimini ha disposto la detenzione in carcere. L’uomo è stato associato alla casa circondariale di Fermo.

Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram