Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Tre errori, tre gol: la Fermana gioca, crea e perde a Trieste

22 Novembre 2020

TRIESTE – Difficile prendersela con Mauro Antonioli quando perdi in questo modo. La Fermana incassa tre reti al Nereo Rocco di Trieste e sono tre regali di Natale anticipati che vanificano tutto il buono possibile. il mister schiera un undici aggressivo, con Boateng, Neglia, Grbac, Iotti e Liguori, vuole provare ad approfittare del fatto che i rossi di Gualtieri nelle ultime giornate qualche errore l’hanno commesso.

Ma il piano partita cambia dopo 90 secondi, quelli che servono alla Triestina per andare in gol, trasformando in vantaggio un innocuo cross. Uno schiaffo che però sembra provocare una reazione. La palla gira, i canarini guadagnano qualche angolo, provano a sfruttare gli scatti di Boateng. Ma lo scatto decisivo è quello di Mensah, solo che gioca nella Triestina. Manetta si fa sorpassare in maniera incredibile e permette all’ala di Trieste di mettere la palla in mezzo dove di piatto destro Petrella raddoppia.

Difficile fare meglio, quando al primo errore si è puniti. L’assenza di capitan Cremona si fa sempre più pesante. Ma difficile fare meglio se si commettono errori incredibili e tutti dalla stessa parte, quella di Manetta.

Il secondo tempo si apre con il gol di De Pascalis, che fa tutto da solo. Un paio di dribbling e un sinistro a giro appena entrato in area che sorprende il numero uno di casa. Il gol del recupero? Macché. Inutili le urla del mister, inutili i cambi quando su calcio d’angolo so soletto a tre metri dalla riga Mensah colpisce di testa dopo aver fatto due passi in più di Manetta, a cui non resta che mettersi le mani in testa.

Colpo fatale che ridà alla Triestina quel minimo di serenità necessario per affrontare le folate gialloblù. Tra l’altro la Fermana non è neppure fortunata, visto che all’85’ Iotti a colpo sicuro, su lancio di Mordini, uno che la Triestina l’anno scorso l’ha battuta, centra il portiere. Finisce così, dopo sette infiniti minuti di recupero, utili alle statistiche e a Cremona per far capire a tutti che l’avversario se si pressa poi sbaglia anche qualche pallone.

r.vit.

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram