Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Tamponi, la palestra dell'Urbani per medici e laboratori privati. Franchellucci: "Basta code all'aperto, più sicurezza per i cittadini"

11 Novembre 2020

PORTO SANT’ELPIDIO – Marco Traini, presidente delle Farmacie comunali, e il sindaco Nazareno Franchellucci insieme per un progetto che taglia le code e accelera i tamponi che verificano la presenza del Covid19. “Realizziamo un centro tamponi comunale. Un’attività ben strutturata e organizzata che va a rispondere a una esigenza cogente” sottolinea il primo cittadino.

Tamponi rapidi e tamponi molecolari, si parte da qui: i rapidi danno un responso dopo 10’, il molecolare è quello che viene processato da parte di Asur e laboratori privati e che ufficializza positività e negatività. “Qualche giorno fa ho messo a disposizioni sedi comunali per dare a medici di base e pediatri luoghi per i tamponi rapidi, che loro richiedono all’Asur. Fin qui la teoria, poi c’è la pratica legata ad ambulatori piccoli, promiscuità e quant’altro. Ora la soluzione” prosegue il sindaco.

Che ha preso in mano la situazione dando vita a un progetto che non ha eguali in provincia e neppure in regione: tutti i cittadini dai 65 anni in su e i bambini dagli 0 ai 6 anni possono essere mandati dal medico di base che aderisce al progetto a fare il loro tampone rapido nella struttura comunale che è stata organizzata: la palestra del Polo Urbani.

“Useremo la palestra della scuola, che in questo periodo non è utilizzata. Ringrazio la Provincia per averla messa a destinazione” chiarisce infine il sindaco. Le persone parcheggeranno nel parcheggio del teatro delle Api. Ci sarà nel giro di pochi giorni il nuovo accesso dal campetto di calcetto che lo rende usabile anche per i diversamente abili. E soprattutto, dal parcheggio alla strada, ci sarà un percorso sicuro e isolato” prosegue.

L’iter è semplice. “L’elpidiense con sintomi evidenti chiama il suo medico, che se ha aderito al progetto ha già nella sede comunale i tamponi a disposizione e può così inviare il paziente al centro. Per farlo, però, serve il partenariato pubblico privato”. Ed ecco che entrano in gioco le farmacie comunali guidate da Marco Traini. “Le farmacie assumeranno medici per far effettuare i tamponi e poter così refertare i risultati. Con loro si uniscono la Bio3 e la Salus, le due strutture locali che effettuano oggi gli screening”.

Tutti i test rapidi si terranno così nella nuova struttura, che sarà attivo dalla settimana del 23 novembre, e su cui si è raggiuto un accordo per la gestione: sanificazione, apertura e chiusura. “I costi spetteranno alle due realtà private con una piccola partecipazione delle Farmacie Comunali”.

Un aiuto ai medici e quindi ai cittadini. Ultimi due elementi: “Sapremo nel giro di pochi giorni se ad effettuare i tamponi pubblici saranno direttamente i medici di base o i pediatri, il che significherebbe che a ogni dottore capiterebbe un turno ogni venti giorni. E poi, la definizione di un percorso veloce: tampone rapido positivo, immediata chiamata all’Asur da parte del medico di base e prenotazione dell’esame molecolare. Che verrà effettuato dalle due realtà private, stando all’accordo con il dipartimento di prevenzione che così sarà decongestionato”.

Per le Farmacie c’era il problema della refertazione dei risultati: “Noi dobbiamo andare oltre la distribuzione dei farmaci, crediamo nell’assistenza della cittadinanza a più ampio raggio. Per cui fondamentale è la collaborazione dei medici di famiglia che ci permette di raggiungere più persone possibili” riprende Traini.

Al momento ci sono dei medici di base che già hanno aderito e chiederanno i tamponi rapidi da fornire poi al nuovo polo. “Domani pomeriggio, alle 16, incontro con i coordinatori dei medici di base e dei pediatri per strutturare l’organizzazione. Sono convinto che ci sarà una adesione totale per il servizio, diverso il dare disponibilità per farlo” ribadisce il sindaco.

Le strutture private mettono a disposizione del personale e gestiranno le loro prenotazioni. “Per il pubblico, invece, sarà il medico che inoltrerà l’elenco dei necessari.

Si parte quindi, senza sconto ma con un “grande servizio oggi per le fasce fragili e in prospettiva allargato a ogni età in caso di intesa tra medici di base e governo”. Il servizio proseguirà fino a fine anno, “poi valuteremo l’evoluzione pandemica” conclude il sindaco Franchellucci.

Raffaele Vitali

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram