Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Sutor, un 2019 da applausi sulle tribune. Tanto da fare in campo

29 Dicembre 2019

MONTEGRANARO - Più che un bilancio del 2019, la presidente Molly Pizzuti manda la consueta lettera di auguri ai tifosi. Tanto che il comunicato inizia con un 'cari tifosi'. Non quindi una riflessione sulla stagione, ma uno stimolo a chi tifa.

Non è mai facile tirare le somme al termine di un anno, soprattutto nello sport dove si vive con il tempo della stagione e non del sole. E quindi, guardando al 2019 della Sutor Premiata Montegranaro il giudizio sportivo è duplice. Estremamente positivo nella prima metà, da rivedere con più di una tirata d'orecchie per la seconda parte.

"È stato un 2019 veramente incredibile, vissuto fino all’ultimo con il cuore in gola ma pieno di gioia per quello che di fantastico abbiamo potuto realizzare: 8 eventi sociali e di marketing in giro per il Paese, lo storico ritorno in serie B e la festa promozione ai Tigli, oltre 400 abbonamenti, la Bombonera piena e caldissima come un tempo, tanti tanti sponsor/soci che continuano a darci fiducia, ed un inizio importante di stagione con 12 punti in classifica e 16 partite ancora da giocare". E questo è il lato da applausi del 2019, a cui si aggiunge il calore del pubblico, che merita un 9 in pagella.

"Grazie a chi ci ha creduto, sempre e comunque; grazie al nostro coach (emblema del nostro progetto per dedizione e amore) ed a tutto il suo staff tecnico e medico; grazie ai dirigenti e a tutti coloro che lavorano dietro le quinte per la nostra squadra; grazie ai giocatori, vecchi e nuovi, che hanno reso indimenticabili tutte le battaglie che abbiamo vissuto sul campo da gioco; grazie ai membri del direttivo e a tutti i soci che hanno deciso di diventare protagonisti del nostro ecosistema; grazie a Premiata e agli sponsor che con i loro sacrifici ci permettono di essere competitivi in un girone molto complesso; ed infine grazie al popolo gialloblù, carburante indispensabile del nostro lavoro".

Messaggi rasserenanti al termine di una prima parte di stagione in serie B che vede la Premiata a quota 12 punti, con più sconfitte, 8, che vittorie, 6. Soprattutto con sconfitte dure da digerire, come l'ultima prima di Natale contro Ancona. C'è qualcosa che non sta funzionando nella Sutor di Marco Ciarpella che non potrà sorridere guardando il 29% da tre punti (Villa e Caverni 23 e 24%) e le palle perse, 11,8, che sono il doppio delle recuperate, per non parlare del 67% dai liberi.

Numeri che non sempre dicono il vero, ma che in realtà certificano i perché della classifica 'meno bella' della Premiata. Che ha ancora margini di miglioramento, soprattutto nell'intesa dei piccoli e nel coinvolgimento dei suoi lunghi, a cominciare da Panzieri, il 4 con la mano dritta da tre punti.

La speranza di Ciarpella è che nel girone di ritorno dia molto di più Valerio Polonara, il pivot titolare che in attacco al momento non è un fattore.

La Sutor è una squadra capace di tutto, anche di perdere sulla sirena con Fabriano, capolista del girone con il doppio dei punti dei veregrensi. Deve ripartire da lì Ciarpella, da quell'intensità difensiva che tiene vivo un match, visto che può capitare che i piccoli abbiano le polveri bagnate.

Raffaele Vitali

Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram