Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Storie di donne. Marini, la manager che ha rigenerato l'azienda e creato la prima mascherina trasparente

6 Marzo 2021

“Parità, diritti, protagonismo e libertà”. Non solo storie difficili, ci sono anche esempi vincenti di donne nelle Marche.  Che poi sono più di quanto si pensi. Ma spesso è difficile farli emergere. La Camera di commercio delle Marche ha fatto da megafono a imprenditrici di successo. Una, stimolata da Silvia Veroli, è Doriana Marini, titolare della Dienpi di San Benedetto del Tronto.

Azienda di accessori, finita come tutti in mezzo alla pandemia, la Dienpi non si è fermata. “Noi siamo un anello della moda. Lavoriamo con i marchi del lusso che ci chiedono di decorare e abbellire e personalizzare borse o scarpe” spiega.

Ma con l’arrivo del Covid, un anno fa, il mondo si è fermato. “Lo ricordo benissimo, avevamo appena finito una fiera. Abbiamo capito che lo stop sarebbe stato lungo. E questa è stata la nostra lungimiranza. Abbiamo convertito la produzione e iniziato a produrre mascherine, rispondendo l’8 marzo all’appello lanciato da una manager che chiedeva alle aziende di moda di produrre”.

Ma non è stato elementare, ci sono state nuove competenze da imparare e passaggi da fare. “Prima una certificazione per una mascherina chirurgica lavabile, poi l’evoluzione: la mascherina trasparente autorizzata e certificata dall’Iss”.

Quella della Dienpi è stata la prima in Italia, vuoi per sensibilità femminile, vuoi per capacità imprenditoriale: “Un’esigenza venuta dal basso. Associazioni di non udenti e logopedisti avevano sollevato il problema, noi siamo andati incontro a chi aveva bisogno di migliorare la lettura del labiale. Molti bambini vanno a scuola e non capiscono l’insegnante”. Questo è stato fatto in un’azienda molto femminile.

“Non è semplice, inutile negarlo e la pandemia lo ha fatto comprendere ancora di più. Per crescere bisogna responsabilizzare il team. Chi punta sulle donne deve però mettere i conti che potrebbero assentarsi. Quando ci sono problemi in famiglia, le prime a intervenire sono sempre le donne. Il sistema questo lo sa ma non lo tutela e neppure lo agevola” conclude l'imprenditrice.

Raffaele Vitali

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram