Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Skate park inaugurato, ma il cantiere è aperto. Non per i ragazzi che lo riempiono. "Serve sicurezza"

21 Novembre 2020

FERMO – Bello è bello, ma definirlo pronto è eccessivo. Solo che i ragazzi, tanti, lo considerano già loro lo skate park di Lido Tre Archi. E anche a ragione visto che il 21 settembre, mentre a Fermo si chiudevano le urne, il sindaco tagliava il nastro ribadendo che “un importante punto di ritrovo e aggregazione per i giovani e meno giovani che praticano le discipline sportive su rotelle” era a disposizione. Una struttura adatta a ogni livello di abilità.

Il problema è che oggi lo skate park si trova dentro un’area cantiere, con tanto di nastro arancione e cancello. Ma chi lo sa? Di certo non i tanti che lo usano. Basta passeggiare per la zona, riqualificata anche con una area bimbi con giochi, per rendersene conto. Come termina il lavoro degli operai che stanno costruendo dei muretti, inizia quello degli skaters che hanno libero accesso all'area sotto le efficienti luci del nuovo impianto di illuminazione pubblica. Ai giovani non resta che passare di lato, zona fiume, eludendo l’area cantiere non perfettamente chiusa, per entrare e percorrendo un tratto di prato arrivare alla struttura che farà di fermo un riferimento a livello di centro Italia.

Il sindaco soddisfatto pochi giorni fa ha postato delle foto della zona e sotto decine di complimenti entusiasti che facevano risaltare come ogni pomeriggio sia usato da tanti giovanissimi. Ma sempre un cantiere è, con tutti i rischi dei ferri a vista da evitare per arrivare sulle salite e discese che invece sono libere da ingombri. Su questo interviene anche il consigliere comunale del Pd, Paolo Nicolai, chiedendo al sindaco dai fare attenzione: “La situazione del parco infatti è ancora molto disagiata a causa dei lavori ancora in corso e bisogna fare attenzione ai molti ragazzi che entrano ed usufruiscono della pista non considerando la situazione di non piena agibilità. Capisco che sotto emergenza Covid molte questioni sono andate a rilento e sospese, ma sono a chiedere al sindaco ed all’amministrazione di vigilare ed eventualmente mettere in sicurezza la struttura adeguatamente in modo da evitare spiacevoli situazioni”.

Manca poco, i lavori dovrebbero finire a fine mese, motivo in più per non rischiare. Ma se una struttura è inaugurata, difficile poi dire ai ragazzi non usatela. Nonostante l’area cantiere delimitata.

r.vit.

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram