Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Sindaci in guerra senza armi. Franchellucci: la Protezione civile non ci comunica più i contagiati

18 Marzo 2020

PORTO SANT’ELPIDIO – Quando hanno visto la comunicazione della protezione civile nazionale, non credevano ai loro occhi. La lettera firmata da Angelo Borrelli non lascia adito a dubbi: “I presidenti di Regione devono sospendere l’invio dei dati (inerenti al coronavirus, ndr) alle amministrazioni comunali”.

Il primo a reagire è Nazareno Franchellucci, presidente di Ali Marche e sindaco di Porto Sant'Elpidio: “Non sono in discussione le giuste ragioni di tutela privacy, ma i sindaci devono avere assolutamente contezza dei numeri dei contagi e delle persone in quarantena. Questa situazione va sbloccata immediatamente. Non è un vezzo o un capriccio ma una reale necessità in considerazione del nostro essere in prima linea a contrastare e coordinare tutte le attività collegate all'emergenza”.

Il sindaco, che si è sentito con i colleghi, ribadisce: “Si rende indispensabile un aggiornamento costante dei dati nel proprio territorio per assicurare i servizi essenziali e monitorare le misure di contenimento”.

La non conoscenza della situazione contagi, toglie ai sindaci un’importante fetta di controllo del territorio. “La Protezione Civile aveva chiarito che le Asl avrebbero dovuto comunicare i dati dei contagiati ai Comuni nei casi in cui questo sia indispensabile per le attività connesse alla gestione dell'emergenza sanitaria in atto. La sospensione richiesta dalla Protezione civile con lettera protocollata in data 17 marzo 2020 non va bene".

Il trattamento dei dati deve avvenire nei limiti delle competenze e funzioni attribuite e ai soli fini del contrasto all'epidemia. "Si preveda un obbligo legale e penale di riservatezza - chiede Franchellucci - ma bisogna sbloccare la situazione e che vengano forniti dati ogni 48 ore”. Quello che i sindaci, tra l’altro, chiedono è che il ruolo di governare la situazione ventrale sia dato alle prefetture” conclude Franchellucci che si appella a Decaro, presidente dell'Anci nazionale.

r.vit.

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram