Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Scuola Jack London, il mondo è più vicino. Ferracuti e Marrozzini: 30 posti e tre borse di studio per diventare reporter

27 Luglio 2021

di Raffaele Vitali

FERMO – Aprite le menti, riempite lo zaino, allacciate le cinture: se riuscirete a superare la selezione e ad assicurarvi uno dei trenta posti della scuola Jack London, il mondo non vi sarà mai sembrato così vicino.

Fotografie, parole, racconti e immagini, un intrecciarsi di emozioni, ma soprattutto di verità da raccontare. Perché questo deve fare un reporter. Si può imparare? Certo la passione aiuta, ma la tecnica e le mosse da non sbagliare vanno imparate. E avere due insegnanti come Angelo Ferracuti e Giovanni Marrozzini è una garanzia. Sono loro le anime della scuola di letteratura e fotografia che ha da poco chiuso la sua prima edizione e si prepara ad avviare la seconda. “Vogliamo insegnare un racconto onesto, profondo, rispettoso degli altri e il più umano possibile” precisa Ferracuti. “Lo facciamo attraverso antropologia, storia dell’arte, letteratura, poesia. Prendendo ispirazione dalle grandi collaborazioni del passato, quando scrittori e fotografi, lavorando fianco a fianco, hanno raccontato la nostra storia” ribadisce il compagno di avventure Marrozzini.

In tanti, da giovani, sognano il grande reportage. Ma non basta avere voglia di viaggiare. Bisogna sapere come muoversi, capire dove l’occhio deve fermarsi, riuscire a comprendere quale è il miglior uso della parola e anche quando è necessario restare in silenzio.

“Una scuola per imparare un mestiere, quello del raccontare, declinato non solo sulla letteratura e l’arte, ma anche e soprattutto sul giornalismo, sul racconto delle aziende e delle realtà, per dare alla comunicazione il valore etico e sociale che oggi più che mai è necessario”.

Ma siccome di scuole dentro le più grandi università ce ne sono, i due narratori hanno deciso di fare qualcosa di alternativo, l’hanno aperta a Torre di Palme, entrata di diritto tra i ‘Borghi più belli d’Italia’. a due passi dal mare, a tre dai Sibillini, la scuola ha il supporto di comune, Ambito e numerosi sponsor privati, inclusa l’internazionale Mastercard.

PASSIONE E LAVORO

Non è una scuola che nasce per accontentare la passione, ma per creare posti di lavoro. Ed è per questo che i neo diplomati sono già in viaggio, grazie alla rete che Marrozzini e Ferracuti possono garantire. È una scuola con un suo prezzo, ma è anche meritocratica, e così i tre migliori potranno usufruire di una borsa di studio.

Il primo corso ha avuto protagonisti da ogni parte d’Italia, ma il sogno resta anche quello di formare bravi reporter marchigiani e perché no fermani. https://jacklondon.it/domanda-di-iscrizione/

Il nuovo corso si apre il primo novembre e terminerà il 28 gennaio. Per usufruire delle borse di studio bisogna iscriversi entro il 30 agosto, altrimenti tempo fino al 30 settembre.

IL PRIMO CORSO

L’anno scorso sono stati 23 gli iscritti. La maggior parte nella fascia di età 21/30 anni. “Quasi tutti capaci di parlare e scrivere una o più lingue straniere, alcuni con già dei percorsi laboratoriali e lavorativi nel campo della fotografia e del giornalismo. La maggior parte sono in grado di fare reportage completi, fotografici e di scrittura, altri solo fotografici, altri ancora solo giornalistici, mentre un piccolo gruppo si è dimostrato adatto al racconto documentaristico per immagini. A questi si aggiungono altri 3 o 4 dopolavoristi di età più avanzata, uno dei quali fotografo professionista” spiegano i due direttori.

Che sono sempre più convinti i avere fatto la scelta giusta. “Abbiamo superato difficoltà che sembravano insormontabili, la formula che avevamo immaginato non solo ha retto nel concreto, ma ha entusiasmato docenti ed allievi, creando nel contempo un clima speciale a Torre di Palme, dove il rapporto con la comunità locale è stato magnifico, così come ci ha entusiasmato il fatto che subito la Scuola si è fatta conoscere in tutto il panorama nazionale ed oggi è già un punto di riferimento per chi vuole raccontare i grandi temi internazionali attraverso il reportage, mettere insieme creatività e voglia di scoperta. Un'altra soddisfazione è sapere i nostri allievi già al lavoro”.

Una scuola che porta economia, riempiendo b&B e ristoranti, grazie a una rete di convenzioni. Una scuola che fa innamorare chi la sceglie, perché è difficile non pensare di tornare a Torre di Palme dopo che per mesi ti svegli e addormenti guardando il mare dall’alto. Le borse di studio, offerte da tre aziende, sono l’ulteriore segnale di un territorio che crede in questo percorso formativo.

UN POSTO PER IL FUTURO

Un’occasione, insomma, per tanti giovani anche locali che sognano di guardare più in là dei propri normali confini. che poi, a dirla tutta, un reportage ben fatto può raccontare anche il quartiere di Campiglione e non solo la lontana Patagonia. La scelta del proprio futuro di certo sarà più consapevole dopo due mesi di intense lezioni e gli stage che Jack London garantisce. Come i quattro corsisti che stanno raccontando la povertà in Italia insieme con la Caritas o i due che sveleranno il dietro le quinte dei dipendenti dei supermercati Sì con Te o chi lavorerà nella rivista Left, con i giornalisti di redattore Sociale.

C’è poi il più fortunato, e bravo, che è volato a Johannesburg, per uno stage di un mese. Tante le opportunità che la scuola offre, poi sta al singolo coglierle e farle diventare il proprio futuro non perdendo i contatti con il corpo docente, degno della miglior università italiana: Massimo Raffaeli, Franco Arminio, Marco Longari, Alberto Rollo, Christian Caliandro, Marino Sinibaldi, Manuela Fugenzi, Marco Filoni. A loro, già rodati durante il 2020l si aggiungono i nuovi: Paolo Di Stefano, Massimo Gezzi, Simona Ghizzoni, Stella Sacchini, Helena Janeczek, Silvia Camporesi, Alberto Giuliani, Sebastiano Nata, Ascanio Celestini, Renata Ferri, Giovanna Calvenzi e l’antropologo Francesco Faeta.

MASTERCLASS

Ascoltando, i 30 partecipanti cresceranno e potranno anche prendere parte al percorso ‘ I vagabondi delle stelle’, delle masterclass residenziali in luoghi dal fascino geografico straordinario e con un immaginario potente, di grande bellezza paesaggistica o forte memoria storica e letteraria, in Europa e nel Mondo. “Ad accompagnarli ci saranno alcuni insegnanti della nostra scuola, riconosciuti maestri della fotografia, della letteratura, del cinema o del giornalismo. Insieme a loro si vivrà la quotidiana straordinarietà, le dinamiche eccentriche del viaggio di conoscenza, e si creerà sul campo un racconto dal vero, individuale e collettivo allo stesso tempo, imparando tecniche narrative in un percorso intensivo di formazione, ma soprattutto trasformando tutto questo nella creatività capace di formare il vostro sguardo e dare vita al vostro linguaggio” concludono Marrozzini e Ferracuti. Tra le destinazioni che si potranno raggiungere, partendo dalla piccola Torre di Palme, ci sono Fuerteventura, il Kosovo, Mosca e Marcinelle.

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram