Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Rivoluzione Terrenzi: rimpasto e il ritorno di 'mister Wolf' Clementi

30 Dicembre 2019

Priorità del 2020 è la scuola Martinelli. Il sindaco di Sant'Elpidio a Mare: entro marzo voglio affidare i lavori.

SANT’ELPIDIO A MARE – E il cambio è arrivato. Dal 31 dicembre, dopo la presa d’atto delle dimissioni di Stefania Torresi e la revoca per Stefano Berdini, nuova squadra per il sindaco Alessio Terrenzi a Sant’Elpidio a Mare. “Domani ultima giunta dell’anno, poi il cambio con la nomina di Norberto Clementi e Giulia Ciarapica”. Eccolo il giro di boa di Alessio Terrenzi, tanto atteso quanto annunciato.

Sindaco, perché ha scelto Clementi e Ciarapica?

“Norberto per me è sempre stata la prima scelta. Ho dovuto rinunciare a una mia nomina, anche se è un tesserato Pd, al tempo per motivi di genere. E per me lui è in Giunta oggi come lo era all’inizio. È una persona che mi dà tranquillità e garantisce sicurezza a tutti. Una persona che ha sempre continuato a lavorare e che alla mia chiamata non ha esitato a dire sì. Per quanto riguarda Ciarapica, invece, parliamo di una scommessa. Una novità, che rappresenterà anche Casette. Ha una grande passione e sono convito che saprà fare bene. Sta sempre sul pezzo ed è una grande organizzatrice, penso ad esempio a Libri a 180 gradi”.

Quali i loro compiti?

“Ciarapica si occuperà di Turismo, politiche culturali, tutela e valorizzazione dei beni culturali, teatro e cinema, biblioteca, archivio storico, museo della calzatura, pinacoteca, fototeca e laboratorio astronomico, rapporto con le associazioni culturali, Pro loco ed enti di culto, eventi patronali, il Natale e le manifestazioni. E anche i rapporti con i quartieri e le politiche del tempo libero spetteranno a lei. Infine le pari opportunità con la neo commissione che funziona e su cui potrà muoversi al meglio”.

Ha preso deleghe di Gioia Corvaro?

“Ho cercato di dare a tutti dei compiti chiari. Io lavoro su tutto, ma è giusto che ci sia un coinvolgimento reale degli assessori. Reputo che la Ciarapica sia la più competente in questi settori, mentre per Gioia vedo una crescita in altri campi: politiche comunitarie, case popolari muovendosi all’interno dell’Ambito 20, difesa e valorizzazione del centro storico, politiche sociali, centri sociali, colonie e centri per anziani, sanità e strutture sanitarie come la Rsa, politiche scolastiche, Cag e le politiche per lo sviluppo economico, con commercio e fiere”.

Pignotti?

“Tanto da lavorare per Alessio. Contenzioso, sport e rapporti con le associazioni sportive, manutenzioni, arredo urbano e trasporti, agricoltura con orti urbani e street art. Per lui l’efficientamento energetico, con il project in definizione, e il piano per le antenne oltre alla nettezza urbana, per cui gestisce il bando di gestione, e al bilancio arboreo”.

Romanelli?

“Resta vicesindaco, tiene Bilancio e finanze, mentre non ha più i lavori pubblici. Gestirà patrimonio, incluse le alienazioni da troppo anni assenti, personale, Ced, politiche per l’integrazione per i servizi con i comuni limitrofi, quindi seguirà il tema della fusione con porto Sant’Elpidio, manifestazioni storiche, anagrafe e, delega chiave, i servizi cimiteriali”.

E ‘mister Wolf’ Clementi?

“Torna e subito si mette al lavoro con edilizia pubblica e scolastica, Lavori pubblici, infrastrutture e viabilità, ricostruzione post sisma, pubblica e privata, dissesto idrogeologico, fossi e fiumi (lui avviò il tavolo sull’Ete Morto), urbanistica e pianificazione territoriale oltre che catasto e rapporti con il consiglio comunale”.

Come sindaco cosa tiene?

“Protezione civile e rapporti con il consiglio comunale dei ragazzi. Ma in realtà io sarò sopra tutti”.

Serviva una scossa, perché il cambio?

“Lo avevamo concordato a inizio mandato. E poi ogni cambiamento è fatto per dare stimoli. Era necessario”.

La Torresi aveva scelto di andarsene, Berdini come l’ha presa?

“Mi lascio in ottimo rapporti. Con Berdini ne ho parlato a lungo. Sapeva che ero sollecitato da marzo da parte dei coordinatori dei gruppi, ma siccome sono un sindaco autonomo ho deciso quando ho ritenuto fosse il momento giusto”.

E i consiglieri?

“Nelle prossime settimane le ridistribuirò, intanto resetto tutto anche a livello di deleghe consiliari. Ringrazio anche Manola Perticarini, che si è dimessa e di cui ho capito anche le parole. Sarebbe grave che la politica rompesse i rapporti personali, questo invece tra noi non è avvenuto”.

Il presidente del Consiglio comunale è in discussione?

“Non compete a me. Sta lavorando bene ma non sono io che decido. Questo è un tema che riguarda i consiglieri, a me tocca la squadra di governo”.

2020, ci arriva con ottimismo?

“Andavamo già bene, ora sono convinto che accelereremo su molte cose. Di certo la nuova scuola Martinelli per l’infanzia, siamo alla progettazione esecutiva ed entro marzo affideremo i lavori”.

Raffaele Vitali

Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram