Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Prova superata: meno posti, guanti, mascherine e visiere per parrucchieri ed estetiste. "Si punta sul 18 maggio"

8 Maggio 2020

Prove di riapertura. Non ci saranno barriere di plexiglas obbligatorie, ma è chiaro che le poltrone saranno dimezzate. Ecco la parrucchieria al tempo del Voddi1 9 non appena ci sarà l’autorizzazione della Regione per riaprire.

Poi l’eliminazione di alcune postazioni di lavaggio, guanti e mascherina obbligatori per cliente e parrucchiere, visiera paraschizzi durante il lavaggio, misure di sanificazione di locali, arredi, strumenti, orario esteso fino alle 21:30, ma con appuntamento obbligatorio.

Questo il protocollo che stanno siglando parrucchieri e barbieri nelle Marche, dove la Regione punta a riaprire queste attività, insieme a quelle di estetiste e centri estetici, il 18 maggio. Sono andate bene le due simulazioni, una presso il salone di parruchiera Amoa, della responsabile di Confartigianato Benessere Marche Sonia Brunella, l'altra nel centro estetico Stefania Team, che fa parte della Cna. Alla prima ha assistito il presidente della Regione Luca Ceriscioli. “Ieri il ministro Boccia ha fatto un'apertura importante sul 18 maggio, noi ci siamo - ha detto -, vediamo se c'è possibilità di anticipare ancora. L'importante è che il gioco dei rapporti tra Stato e Regioni sia gestito in maniera corretta”.

foto di Maurizio Rillo

La sperimentazione ha intanto superato la prova del protocollo di sicurezza. “Brillantemente superata, hanno messo i disposi facoltativi come i plexiglas, gel igienizzante, cartelli dappertutto” ha detto il presidente della Regione Luca Ceriscioli al termine della prima simulazione nel salone Amoa nel centro di Ancona. L’obiettivo è essere ponti per il 18 maggio, anticipando la data iniziale del primo giugno: “Il meccanismo è chiaro: da un lato il monitoraggio della situazione sanitaria e dall'altro regole per la riapertura”.

Prova superata “a pieni voti” anche per l'altro esercizio, Stefania Team, alla presenza dell'assessore alle Attività produttive Manuela Bora, della direttrice dell'Asur Nadia Storiti e dell'ufficio d'igiene. “Devo dire che in questi giorni ho notato da parte degli operatori una gran voglia di riaprire in sicurezza. C'è la piena consapevolezza che non si può riaprire senza rispettare alcune regole. Da oggi parte una grande campagna di informazione su tutto il territorio regionale”.

@raffaelevitali

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram