Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Prima le preghiere, ora il turismo: il Santuario dell'Ambro ha ripreso a correre

14 Febbraio 2020

Montefortino – è partito il conto alla rovescia: entro l’estate il santuario della Madonna dell’Ambro tornerà completamente fruibile anche nella parte dedicata all’accoglienza. Si va quindi concludendo il milionario intervento di recupero e restauro della Fondazione Carifermo guidata da Alberto Palma.

Il Santuario della Madonna dell’Ambro è stato riaperto la notte di Natale del 2018, dopo meno di due anni dal terremoto, ma rimaneva da sistemare il conventino annesso al Santuario dove vive la comunità dei cappuccini che offre il suo servizio a favore dei pellegrini.

“Ora è la Fondazione Carisap che si è impegnata a ristrutturare l’immobile inagibile, consapevole del valore storico e spirituale del Santuario, oltre che della sua straordinaria capacità attrattiva in termini di flussi turistici. L’intervento –spiega padre Gianfranco Priori - risulta infatti determinante per dare adeguata ospitalità ai tanti pellegrini che, soprattutto nel periodo estivo, visitano il Santuario”.

Luogo di fede e di turismo, il Santuario prima del sisma era visitato da 300mila persone. “Molti visitatori ricercano accoglienza, altri promuovono eventi ed iniziative, altri ancora chiedono stanze e luoghi per incontri culturali, ricreativi, spirituali” aggiunge frate Mago. 

Riaperta la chiesa con oltre un milione di euro stanziati dalla banca fermana, non restava che il nuovo sforzo, affidato alla Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno, che copre metà del costo della foresteria (260mila euro totali). “I lavori in fase di ultimazione completano, dunque, il recupero dell’immobile posto accanto al Santuario e l’ammodernamento della foresteria per il pernotto turistico. Tale attività di accoglienza, è stata sempre messa in atto nel periodo estivo verso viaggiatori, turisti, famiglie ed anche per forestieri senza possibilità economiche” conclude padre Gianfranco ringraziando la Provincia Picena (Marche) dei Frati Minori Cappuccini che ha stanziato i 130mila euro necessari a raggiungere la somma necessaria.

Raffaele Vitali

Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram