Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

"Porto San Giorgio: siamo famosi per le multe e il nulla di questo Natale"

29 Dicembre 2019

Il duro affondo di Maria Lina Vitturini, affiancata da Emanuele Morese.

PORTO SAN GIORGIO – “Stupito? Più che altro vedere tanta gente mi rincuora”. Emanuele Morese è il coordinatore comunale di Fratelli d’Italia e guida la campagna che vuole dare una alternativa alle Marche e al Fermano. per riuscirci ha al suo fianco politici e non, bastava guardare la sala dove si scorgevano tanti volti noti, da Paolo Vitturini di Vega al dottor Antonio Angellotti passando per molti esponenti di associazioni cittadine. Non si parla solo di Porto San Giorgio, ma di Marche: “E noi siamo qui per liberare le Marche. Non dalle persone. lo dico da cittadino italiano: non dobbiamo vedere il nemico dall’altra parte, ma uno status quo. Noi dobbiamo ripartire da ideali. Ho vissuto una politica narcisista che non trova soluzione ai problemi, ora dobbiamo avere un chiaro scopo: risolvere i problemi dei cittadini. E il Pd ha tradito questo compito”.

Per Fratelli d’Italia lo ha tradito ad Ancona come a Porto San Giorgio. Se non fosse chiaro, ci pensa la consigliera Maria Lina Vitturini, che in consiglio lotta insieme con Andrea Agostini, a mettere il carico: “Il 2019 per Porto San Giorgio si chiude con un bilancio non certamente positivo. Ci caratterizzano solo situazioni negative. Il sindaco dovrebbe essere un buon padre di famiglia, ma dopo 8 anni non ha capito cosa fare. Ha commesso errori che hanno svuotato la città”.

Parla per esperienza personale: “Il giorno di Natale era tutto chiuso, vado a Fermo e sono rimasta in coda nel traffico: era tutto pieno. Abbiamo speso le stesse cifre di Fermo, anzi Fermo ha speso meno. Dobbiamo resettare e ripartire. vogliamo mettere un team di esperti per intercettare fondi comunitari? Lo chiediamo da anni, potrebbero aiutare la città a crescere, a riprendere il ruolo che merita”. Ma nulla, solo scelte sbagliate. “E poi di noi – prosegue - si parla solo di multe, quelle che si prendono a piazza Torino ne sono l’emblema, con il comune che ricorre anche contro chi si appella. E poi lo scivolo, che ha fallito in tutto: non piace ai bambini, non è usato dagli adolescenti, è inutile per i grandi. Ma cosa ci vuole a pensare ad azioni migliorative? Diamo vita al centro: detassiamo le nuove attività, ma facciamolo per anni”.

Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram