Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Porto San Giorgio saluta i 'suoi' carabinieri. Verroca torna a casa, Marini in pensione dopo 30 anni. Loira: "Umanità e capacità"

5 Marzo 2021

PORTO SAN GIORGIO – I vertici dei carabinieri per salutare il comandante della stazione di Porto San Giorgio, il sottotenente Ruggiero Verroca, e chi per 30 anni ne è stato colonna, il brigadiere Giuseppe Marini. Un cambiamento epocale per la cittadina costiera.  

“Due militari che da anni sono un punto fermo della città. Se ne vanno lasciando però un sistema rodato e capace. Disponibilità e capacità. Da un lato va in pensione Giuseppe Marini, perno della stazione, dall’altro cresce di ruolo e cambia sede il tenente che l’ha guidata per otto anni” sottolinea Nicola Loira.

Rivendica il lavoro comune per la sicurezza. “Lo abbiamo fatto con grande responsabilità ed efficacia, creando anche relazioni personali e umane tra amministratori pubblici e i militari della stazione”. E in questo il ruolo di Giuseppe Marini è stato fondamentale: “Un connubio virtuoso tra capacitò umane, il grande ascolto, e quella dell’uomo di Stato” ribadisce il sindaco.

Il brigadiere ha gli occhi lucidi e non potrebbe essere diversamente, soprattutto quando prende parola il suo comandante Verroca: “Il comandante nuovo di stazione si trova, quello che non si troverà facilmente sarà un altro brigadiere Marini. Vi assicuro che non ho incontrato molti uomini e carabinieri che potessero coniugare l’essere un carabiniere di primissimo livello con l’uomo di assoluto livello. In Marini l’ho trovato. Sarà molto più complicato sostituire lui”.

L’immagine del carabiniere che esce dalla sala consiliare di Porto San Giorgio è quanto l’Arma sogna. “I carabinieri sono per la gente e tra la gente. Il carabiniere è parte integrante della comunità in cui vive. E che il Comune organizzi momenti come questi dimostra la stima e vicinanza di cui l’Arma si nutre” riprende il colonnello Antonio Marinucci, accompagnato dal comandante di compagnia Nicola Gismondi.

Il percorso di Verroca, arrivato nel 2013, è coinciso con quello di Loira, eletto nel 2012: “Un’amicizia maturata sul campo. Il mio grazie era dovuto proprio per far sentire la vicinanza della città a chi ci tutela”. Alla cerimonia hanno preso parte anche la comandante della Capitaneria di Porto Simona Gentile e il comandate dei vigli urbani Paris.

“Anni intensi, belli. Da un lato sono dispiaciuto di abbandonare il territorio, dall’altro anche contento dopo 36 ani di peregrinare tra Sicilia e Marche rientro a casa” riprende Verroca a cui il colonnello dedica un pensiero proiettato nel futuro: “Va ad assumere un nuovo incarico, più importante e impegnativo. Il territorio perderà qualcosa, ma so che il maresciallo Antonio D’Amato saprà degnamente, fino a quando non ci saranno altre scelte, prenderne il posto”.

Ma Marinucci non dimentica Marini: “Trent’anni di presenza a Porto San Giorgio, un vero pilastro. Noi carabinieri dovremo colmare il vuoto che lascia”. Il brigadiere non vorrebbe parlare, ma la chiusura non può che essere sua: “Finisce una fase di vita, ma non il senso di appartenenza con questa comunità. Sono un sangiorgese, i miei figli sono nati qui e qui lavorano. Tutti utili, nessuno indispensabile”.

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram