Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Museo Archeologico di Torre di Palme, ci sono i fondi per l'ampliamento

5 Febbraio 2020

FERMO - Cresce il Museo archeologico di Torre di Palme. A quasi un anno dall’apertura (avvenuto nell’aprile 2019), e dando seguito a quanto era stato già annunciato, verrà completato e ampliato.

Il finanziamento dell’opera è pari 150 mila, di cui ben 120 mila a seguito della partecipazione del Comune ad un bando del Gal Fermano (Misura 19.2. Sottomisura 19.2.7.6 in PIL. Investimenti Relativi al Patrimonio Culturale e Naturale delle Aree Rurali), il restante con fondi comunali. La Regione Marche, nell’ambito del Piano di Sviluppo Rurale 2014/20, ha previsto la realizzazione di azioni di supporto alle strategie di sviluppo locale, volte a favorire l’aggregazione sul territorio regionale di soggetti pubblici e privati accomunati da un condiviso obiettivo di sviluppo e da una partecipata strategia di azione e il GAL (Gruppo di Azione Locale) “Fermano Leader”, è il soggetto responsabile dell’attuazione del PSL (Piano di Sviluppo Locale).

“Un altro finanziamento arrivato per il Comune di Fermo – ha detto il Sindaco Paolo Calcinaro – sono veramente decine quelli giunti in questi cinque anni e questa volta permetterà di ampliare questo nuovo museo già molto apprezzato. Ritrovamenti così ampi porteranno sicuramente a maggiorare l’offerta: se penso per esempio alla bellissima effige del guerriero ritrovato con tutti i paramenti di guerra posso immaginare che sia questo il prossimo tesoro che verrà posto all’attenzione del pubblico, dei visitatori e dei turisti, sempre maggiori a Torre di Palme, visto il riconoscimento riconfermato di Torre di Palme fra i borghi più belli d’Italia e anche, immaginiamo, con la riapertura di una struttura importante come il Verde Mare prossimamente”.

Il museo, fortemente voluto da questa Amministrazione Comunale, attualmente si snoda su tre stanze in cui sono esposti i corredi funerari di tre delle venti tombe rinvenute in contrada Cugnolo, nei pressi della frazione nel versante sud del borgo testimonia l’importanza dell’abitato piceno e gli usi e costumi di questa importante popolazione che abitò la zona fermana prima della colonizzazione romana avvenuta nel 264 a.C.
I reperti esposti sono riferiti agli scavi svolti nel 2016 e 2017 dalla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio delle Marche con il sostegno della Edison E&P Spa.

La nuova aula di circa 60 metri quadrati, i cui lavori saranno coordinati dalla Soprintendenza come appunto avvenuto nel primo nucleo del museo, potrà ospitare i resti della tomba di un guerriero ed il suo corredo funerario ed un‘aula didattica per conferenze, proiezioni e momenti di studio. Nel finanziamento è prevista anche un’altra azione che sarà quella di una migliore sistemazione dello spazio antistante il museo, con un miglioramento dell’accesso per i disabili ed una riqualificazione del belvedere.

“Con questo nuovo finanziamento – ha detto l’assessore ai lavori pubblici Ingrid Luciani - potrà essere completata l’esposizione del museo archeologico, inaugurato lo scorso anno, con un’ulteriore sala con i ritrovamenti fatti durante gli scavi e completando anche l’esterno. Un ringraziamento per il finanziamento ottenuto e un grazie gli Uffici Comunali per il lavoro di progettazione necessario alla partecipazione al bando”

“Con questo finanziamento possiamo avere la possibilità di concretizzare quanto annunciato – dichiara Francesco Trasatti, assessore alla cultura e al turismo, ovvero il completamento del museo, che sta riscuotendo molto successo in fatto di visite, un nuovo tassello nell’ampio ventaglio di proposte culturali della città ed in particolare di Torre di Palme che, oltre alle bellezze storiche e culturali ed al fascino naturale, può contare su questa struttura che ufficialmente verrà ampliata”.

Museo archeologico di Torre di Palme che è aperto su prenotazione nei mesi autunnali e invernali (e tutti i giorni da giugno a settembre), telefonando allo 0734.217140 oppure scrivendo a fermo@sistemamuseo.it

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram